Presso l’auditorium dell’Azienda Ospedaliera San Carlo di Potenza, si è svolto il Convegno “Sport e Tumori – Ignora i limiti… l’obiettivo è continuare”  organizzato dal Panathlon International Club di Potenza.

L’iniziativa è nata per promuovere una discussione sul tema delle patologie tumorali nel mondo dello Sport, con il contributo scientifico dei medici e con il racconto delle storie di chi, da atleta ed ex paziente oncologico, è riuscito a riprendere con profitto l’attività sportiva.

Nel corso convegno si sono avvicendati al tavolo dei relatori illustri medici oncologi, psicologi e ricercatori, che hanno illustrato l’importanza dell’attività sportiva nella prevenzione e nella cura del cancro, fornendo anche degli strumenti per affrontare al meglio la malattia e la ripresa.

Ricche di spunti e di emozione, nella seconda parte dell’evento, sono state le testimonianze degli ex pazienti oncologici.

Tra queste, quella del dott. Carmine Sinno, Presidente dell’Associazione Medico Sportiva di Matera e atleta che, proprio praticando costantemente un’attività fisica, ha notato segnali insoliti di affaticamento che lo hanno portato a scoprire di avere il cancro e, in seguito, ad accelerare la sua ripresa.

 

Toccante anche l’intervento di Mirna Mastronardi, Cavaliere della Repubblica per meriti sociali e vicepresidente dell’associazione Agata, da anni accanto agli ammalati neoplastici e ai familiari per offrire loro sostegno e supporto durante tutte le fasi della malattia.

Al convegno erano presenti inoltre gli studenti delle classi dell’indirizzo biomedico di due istituti superiori del capoluogo, il Liceo Classico Quinto Orazio Flacco e il Liceo Scientifico Galileo Galilei, accompagnate all’evento grazie al contributo gratuito dell’Azienda Autolinee Liscio S.p.A.

Informazione e consapevolezza sul cancro, sull’importanza dell’attività sportiva nella prevenzione e nella cura, sul ruolo cruciale che le associazioni – dichiara Luciana Biscione, Presidente Panathlon International Club Potenza – possono svolgere per essere vicine ai pazienti.

L’obiettivo, per il Panathlon Club di Potenza, – conclude – non può che essere quello di continuare con iniziative di questo tipo”.

Una splendida Conviviale quella che si è svolta presso l’Archeopark di Boario Terme. Prima una visita guidata ad alcune strutture dell’Archeopark con relative spiegazioni storiche, culturali, sociali e artistiche degli antichi abitanti della Vallecamonica, poi un’esibizione di pattinaggio artistico a rotelle da parte degli atleti ed ex atleti della Rosa Camuna Skating e quindi la cena con i soci del Club e con 5 presidenti che si sono succeduti in questi primi 35 anni del Panathlon Club di Vallecamonica. Le relazioni degli ospiti hanno poi ulteriormente arricchito la serata con parole e riflessioni davvero in pieno stile Panathlon.

SEE MORE

GUARDA IL VIDEO

LEGGI IL COMUNICATO STAMPA

Sabato 10 Giugno si è svolta la Festa del calcio giovanile della Provincia di Alessandria che ha riunito allo stadio Moccagatta circa 500 giovanissimi con le loro famiglie e i loro allenatori. La manifestazione ha avuto un grandissimo successo di partecipanti, di pubblico e di media.
Il Panathlon International è stato al centro dell'evento, non solo per i premi, ma anche per la presenza del Presidente del Panathlon Club di Alessandria e di alcuni consiglieri, per lo striscione e per i ringraziamenti espressi dagli organizzatori e dallo speaker della manifestazione.

Si è tenuto nei giorni 8/12/15/17/19 maggio, con il Patrocinio dell’Ufficio Regionale di Educazione Fisica Sportiva – Sicilia, i Centri Sportivi Aziendali e Industriali (CSA.In), l’Istituto d’Istruzione superiore M. Amari di Giarre e Linguaglossa, un torneo di Offball, con gare eliminatorie svoltesi in varie parti della provincia di Catania, quali, per citare solo degli esempi, la stessa Catania, nel bellissimo Palazzetto dello sport Pala Spedini e nel Palazzetto dello sport Pala Scidà, adiacente l’I.C.G. Galilei di Piedimonte Etneo (CT), coinvolgendo le scuole primarie di primo e secondo grado della intera provincia, quali: l’Istituto Lazzaro, di Linguaglossa; il Convitto Cutelli, il Turrisi Colonna, l’Istituto Fermi-Eredia, l’Istituto Ferrarin, l’Istituto Coppola, l’Istituto C.B.Cavour e l’Archimede di Catania; l’Istituto L. Failla Tedaldi e l’Istituto di Scienze applicate di Castelbuono, l’Istituto Castiglione di Bronte;  l’Istituto M. Amari di Giarre; l’Istituto G.Verga di Giarre; l’Istituto L. Sturzo di Biancavilla, l’I.I.C.C.S Scandura di Acicatena; l’Istituto Galilei-Mazzini di Grammichele; l’Istituto Macherione di Calatabiano; I.C.Verga di Riposto e Fiumefreddo; l’Istituto Santo Calì di Linguaglossa, con una partecipazione totale, ripartita nei vari giorni delle gare che ha superato le mille persone. Tanto lavoro lo si deve all’organizzatore, nostro Consigliere del Panathlon International Club Catania Giuseppe Raiti e alla sua consorte sig.ra Nelly Vasta, entrambi docenti di Educazione Fisica in pensione. Il Panathlon International Club Catania, davanti a un siffatto impegno che è gia arrivato alla sua 5^ edizione, ha colto l’occasione per poter partecipare, gratificando  tutti questi ragazzi e omaggiando le squadre vincitrici del torneo con il materiale del Kit Grandi Eventi, ricevuto dal Panathlon International per tali manifestazioni.

Sia il Presidente Marcello Maugeri, sia il Segretario Luigi Romano, sia anche il Tesoriere Giuseppe Gennarino, si sono recati nelle varie scuole ad assistere, esporre e promuovere gli ideali del Panathlon e parlare del Fair Play, suscitando fra i giovani ed anche nei docenti e Dirigenti scolastici un grande entusiasmo. Si ringraziano la Segreteria Generale, il Panathlon Distretto Italia e il Panathlon International per il supporto concesso, i Dirigenti scolastici e le Scuole tutte. Arrivederci ad un prossimo appuntamento. 

Sta diventando una piacevole consuetudine per il Panathlon International Club Valdarno Superiore quella di dedicare il “Panathlon Day” allo sport giovanile, all’insegna del fair-play e dei migliori valori dello sport. Dopo aver creato un evento lo scorso anno per il calcio giovanile, nel 2023 si è pensato di dedicare l’appuntamento alla pallacanestro, ed in particolare al basket giovanile, nella consapevolezza che proprio in giovane età si imparano le regole della correttezza sportiva e dello sport più sano.

SEE MORE

Il Panathlon International Club Trieste e Rotary Club Trieste Alto Adriatico premiano più di 30 giovani atleti con il premio "Sport e Scuola".
Il Presidente del PI Club Trieste, Franco Stener, ricorda che i ragazzi sono stati premiati non sono solo per meriti sportivi, ma anche per gli ottimi risultati ottenuti a scuola.

SEE MORE

Giornata del Fair Play presso la scuola Primaria Pietro Bertolini di Montebelluna. 

All'ingresso i 160 bambini/e delle 9 classi, sono stati accolti dai soci del Panathlon International con la consegna della borsetta in tela col logo del Panathlon con il braccialetto e il volantino con la carta del fair play.

Testimonial della Giornata : Giorgio Sernagiotto Pilota Ferrari 488GT3 (1 posto nella 12 ore di Sebring 2022 e 10 posto nelle 24 ore di Daytona e di Le Mans); gli atleti dello Sport Life Giulia Feltrin e Michela Bau' medagliati negli special olimpic di Salsomaggiore: il  capo allenatore Filippo Osellame più il Capitano Alberto Crivellotto della Montebelluna Basket Asd (neo promossa in B), che hanno frequentato da giovani la scuola Pietro Bertolini. 

Dopo la presentazione, i saluti di rito delle autorità presenti e l'introduzione del Presidente del Club Stefano Bonsembiante, seguito dall'intervento sul lavoro svolto della direttrice della scuola Dott.sa Katia Pellizzari e della docente referente del Fair Play la Prof.ssa Deborah Caeran è stato dato spazio alle varie classi per esporre i loro elaborati e per la rappresentazione delle loro scenette sugli esempi del Fair Play. 

Lo speaker ha poi ha intervistato i testimonial presenti che hanno evidenziato l'importanza Del Fair Play nello sport con esempi del loro vissuto.

Al termine dopo le foto di rito alle classi, con la consegna dei diplomi alle Classi  e un ricordo alle Maestre il presidente Stefano Bonsembiante e il Coordinatore Oscar Lucati hanno chiuso la giornata ricordando i momenti salienti e auspicando la continuazione e l'applicazione nello sport e nella vita di tutti i giorni dei principi intrapresi.

PHOTO GALLERY

Quattro studentesse di quinta A e B Grafica e Comunicazione dell'istituto “L. Einaudi” - Asia Dabrazzi, Victoria Lazzari, Giulia Opizzi, Aurora Pietrobelli - con le insegnanti Vittoria Attianese e Michela Balzarini, hanno presentato, a nome della preside Nicoletta Ferrari, dei compagni e delle insegnanti che hanno collaborato con loro (Bruna Bertoli, Gloria Cisotto, Veronica Orlando), hanno presentato i manifesti realizzati nell'ambito del progetto Panathlon “Storia, cultura, arte e sport”. L’attività era partita nell’autunno scorso, con l'incontro introduttivo a cura del presidente del Panathlon Roberto Rigoli e del suo predecessore Giovanni Radi, cui erano seguiti gli interventi in classe, condotti da Cesare Beltrami e Silvia Toninelli, membri del direttivo del Club.
I prodotti realizzati dai ragazzi verranno presto caricati sul sito dell'associazione, che sarà inaugurato Mercoledì 17 Maggio, mentre il format dell’esperienza verrà riproposto all'avvicinarsi delle prossime manifestazioni agonistiche, per continuare a trasmettere alle nuove generazioni i valori e gli aspetti educativi alla base del mondo sportivo.

SEE MORE

Sabato 6 Maggio a Reggio Emilia, sul palco allestito in Piazza Casotti, si è svolta la cerimonia di premiazione per i vincitori della Competizione Internazionale di fotografia bandito dalla “Fondazione Culturale Panathlon International - Domenico Chiesa” e dalla “Fondazione per lo sport del Comune di Reggio Emilia”, con la collaborazione della ”Fondazione Palazzo Magnani”. Dopo le fasi di selezione delle opere arrivate, fra le 30 fotografie scelte per la mostra, la Giuria ha decretato i seguenti vincitori:

 

1° PREMIO: Vittoria SONEGO (ITA)
per “Cosa vuoi essere da grande”
Targa e 1500 €

 

2° PREMIO: Sofia Bravi (ITA)
per “Reti senza confini”
Targa e 1000 €

 

3° PREMIO: Lorenzo Boffa (ITA)
per “Corri ragazzo”
Targa e 750€

 

Il primo classificato è stato premiato dal Sindaco della città di Reggio Emilia, Luca Vecchi. Assegnato il  “Premio dei Panathlon Club” alla fotografia “Reti senza confini” di Sofia Bravi, già vincitrice del  2° premio. 
Il  “Premio del Pubblico”, assegnato attraverso le preferenze di rete, va alla fotografia “Urban Flow” dell’argentino Nicolas Bilikis. Entrambi i vincitori riceveranno come premio l’abbonamento per un anno ad una rivista fotografica fra le più quotate in campo internazionale.

La Giuria, infine, ha assegnato due Menzioni d’onore per la fotografia “Ilalò” dell’argentino Patricio De La Cruz e per “El deporte alegria y companerismo” del messicano Manuel Soria Meraz.

      

 

Nello stesso pomeriggio, si è inoltre inaugurata la Mostra fotografica delle 30 fotografie finaliste presso l’Università di Modena e Reggio (UNIMORE). Presenti l’Assessore comunale allo Sport e Cultura di Reggio Emilia Raffaella Curioni, il Presidente della Fondazione per lo Sport del Comune di Reggio Emilia, Mauro Rozzi, la responsabile del circuito OFF della Fondazione Palazzo Magnani Annachiara Rea, il Vicepresidente della Fondazione Panathlon International – Domenico Chiesa, Enrico Prandi - in veste anche di presidente del Panathlon Club Reggio Emilia - e del Segretario della stessa, Maurizio Monego, il Segretario Generale del Panathlon International, Simona Callo e la signora Monica  Rossi componente della stessa Segreteria, che assiste la Fondazione D. Chiesa.

Grande soddisfazione per i giovani premiati ai quali vanno le più vive congratulazioni. Con il loro scatto sono riusciti a ben interpretare il tema del concorso e a trasmettere emozioni immortalando sogni, integrazione e valori educativi. 

PHOTO GALLERY

Sabato 6 Maggio a Reggio Emilia, sul palco allestito in Piazza Casotti, si è svolta la cerimonia di premiazione per i vincitori della Competizione Internazionale di fotografia bandito dalla “Fondazione Culturale Panathlon International - Domenico Chiesa” e dalla “Fondazione per lo sport del Comune di Reggio Emilia”, con la collaborazione della ”Fondazione Palazzo Magnani”. Dopo le fasi di selezione delle opere arrivate, fra le 30 fotografie scelte per la mostra, la Giuria ha decretato i seguenti vincitori:

 

1° PREMIO: Vittoria SONEGO (ITA)
per “Cosa vuoi essere da grande”
Targa e 1500 €

 

2° PREMIO: Sofia Bravi (ITA)
per “Reti senza confini”
Targa e 1000 €

 

3° PREMIO: Lorenzo Boffa (ITA)
per “Corri ragazzo”
Targa e 750€

 

Il primo classificato è stato premiato dal Sindaco della città di Reggio Emilia, Luca Vecchi. Assegnato il  “Premio dei Panathlon Club” alla fotografia “Reti senza confini” di Sofia Bravi, già vincitrice del  2° premio. 
Il  “Premio del Pubblico”, assegnato attraverso le preferenze di rete, va alla fotografia “Urban Flow” dell’argentino Nicolas Bilikis. Entrambi i vincitori riceveranno come premio l’abbonamento per un anno ad una rivista fotografica fra le più quotate in campo internazionale.

La Giuria, infine, ha assegnato due Menzioni d’onore per la fotografia “Ilalò” dell’argentino Patricio De La Cruz e per “El deporte alegria y companerismo” del messicano Manuel Soria Meraz.

      

 

Nello stesso pomeriggio, si è inoltre inaugurata la Mostra fotografica delle 30 fotografie finaliste presso l’Università di Modena e Reggio (UNIMORE). Presenti l’Assessore comunale allo Sport e Cultura di Reggio Emilia Raffaella Curioni, il Presidente della Fondazione per lo Sport del Comune di Reggio Emilia, Mauro Rozzi, la responsabile del circuito OFF della Fondazione Palazzo Magnani Annachiara Rea, il Vicepresidente della Fondazione Panathlon International – Domenico Chiesa, Enrico Prandi - in veste anche di presidente del Panathlon Club Reggio Emilia - e del Segretario della stessa, Maurizio Monego, il Segretario Generale del Panathlon International, Simona Callo e la signora Monica  Rossi componente della stessa Segreteria, che assiste la Fondazione D. Chiesa.

Grande soddisfazione per i giovani premiati ai quali vanno le più vive congratulazioni. Con il loro scatto sono riusciti a ben interpretare il tema del concorso e a trasmettere emozioni immortalando sogni, integrazione e valori educativi. 

PHOTO GALLERY

Pagina 1 di 5

Panathlon International

Fondazione D.Chiesa