• Home
  • Notizie dai Clubs e dalle Aree

Giovedì 21 maggio alle ore 15.00 (ora portoghese) si terrà la videconferenza organizzata dal Panathlon Club di Lisbona, dal titolo Pandemic vs Sport.- Panathlon Contribution to Sport Challenges and Recovery.

Relatori saranno, il Presidente del Club di Lisbona Mario Almeida, il Componente della Commissione Scientifico Culturale del PI, Antonio Bramante, il Segretario Generale del PI Simona Callo, il Segretario Generale dei PCU Gabriel Kothofa insieme a PCU Event coordinator,Nils Van de Velden.

La conferenza di articolerà in 4 punti,  

1) Current Situation, 

2) COVID-19 impact on current situation and also on the return of sports, 

3) the impact of this health crysis on the sports industry as well as the challenges of the return and finally 

4) to address topics that used to be in everyones agendas (e.g. racism in sports, match-fixing, etc.) and still are but haven't discussed due to the current situation. 

la conferenza potrà essere seguita in diretta al seguente link. 

The link for registration/event is the following

one: http://www.panathlonlisboa.pt/event/2527/ 

 

 

Donne in bicicletta farà tappa al Liceo Manzoni

Lunedì 18 maggio 2020 alle ore 18:00, in modalità streaming sulla pagina Facebook Campus Manzoni, sarà presentato il libro Donne in bicicletta: una finestra sulla storia del ciclismo femminile in Italia di Antonella Stelitano, Edizioni Ediciclo. Un evento promosso dal dirigente scolastico professoressa Adele Vairo del Liceo Alessandro Manzoni di Caserta, in sinergia con il Dipartimento di Scienze Motorie e Sportive coordinato dai professori Luciano De Luca e Antimo Nero, con la collaborazione della Delegazione della Società Italiana di Storia dello Sport di Caserta. Evento patrocinato dalla Federazione Ciclistica Italiana, Comitato Nazionale Italiano Fair Play e Club Panathlon Fracta Major Atellano.

Si parlerà della storia del ciclismo femminile in Italia con l’intento di raccontare il rapporto tra donne e bicicletta nel nostro paese. Una storia di emancipazione letta attraverso le donne che inforcando una bicicletta hanno sfidato pregiudizi e luoghi comuni. Un volume impreziosito dalle testimonianze dirette di alcune campionesse cicliste e corredato da un apporto fotografico di grande valore che colma una parte della storiografia sportiva ciclistica, rendendo giustizia all’epopea del ciclismo femminile in Italia, da sempre trascurato dagli storici.

A introdurre i lavori con i saluti istituzionali sarà la preside Vairo, interverrà il professor Francesco Bonini rettore dell’Università Lumsa e presidente della Siss, l’avvocato Franco Capasso presidente del Club Panathlon Fracta Major Atellano. A presentare il testo saranno la vice presidente vicario della Federazione Ciclistica Italiana dottoressa Daniela Isetti e il direttore del Dipartimento dei beni culturali e sportivi della Siss professoressa Angela Teja, sarà presente l’autrice.

Sarà un evento che vede protagoniste le donne come eccellenza sportiva, un incontro che permetterà agli studenti “manzoniani” e a tutti quelli che saranno collegati di fare domande sul mondo del ciclismo in rosa, visto che è una specialità conosciuta e studiata prevalentemente al maschile.

Quest’anno si è arrivati alla XXIVa edizione dell’iniziativa. Quanti anni passati…. quanti studenti arrivati a questo prestigioso traguardo…, e quanti di loro sono diventati grandi atleti e campioni che hanno dato lustro e prestigio al nostro territorio Cuneese.

La motivazione alla base della volontà di far nascere il Premio è stata a suo tempo la volontà di aiutare i giovani impegnati nello studio e nello sport, inteso quale momento fondamentale di formazione globale dell’individuo, con la finalità di evidenziare e sostenere “studenti-atleti” che avessero conseguito lusinghieri e notevoli risultati, sia nello studio sia nelle specifiche discipline sportive da loro praticate a livello federale e studentesco.

Grande perspicacia in questa iniziativa del Sodalizio sportivo cuneese, che oggi più che mai rimarca la giusta intuizione cercata con la collaborazione del C.O.N.I. e dell’Ufficio Scolastico Provinciale (già Provveditorato degli studi). Questi Enti hanno sempre dato il loro fattivo contributo, aiutandoci nell’assegnazione del prestigioso premio agli studenti delle Scuole secondarie di primo e di secondo grado. 

È doveroso, in questo difficile periodo che stiamo tutti attraversando, ricordare alcuni dei giovani vincitori del Premio Studio e Sport che sono diventati grandi sportivi: Elisa Balsamo, Carlotta Ripa, Marta Bassino, Nicolò Balsamo, Emanuele e Francesco Becchis, Martina Giordano e tanti altri talenti fino ai giorni nostri. 

I nostri Soci li ricordano con affetto, e gli rinnovano gli auguri che continui per loro un futuro di traguardi strepitosi, e che passato questo periodo buio li vedremo più che mai competitivi sui campi delle grandi prove. 

Il Panathlon Club di Cuneo continuerà con questa iniziativa che dovrà essere sempre all’altezza dei tempi, e sempre maggiormente partecipata. 

A presto cari ragazzi, speriamo di essere con voi anche quest’anno.

 

Il Panathlon Club San Paolo in questo periodo di emergenza COVID19 organizza incontri in videoconferenza.

video

RIETI - Il Lions Club Rieti Host ed il Panathlon Club Rieti, ringraziano tutti i soci che hanno aderito all’evento di solidarietà “conviviale virtuale” del 3 maggio scorso in una nota a firma dei presidenti e avvocati Vincenzo Di Fazio e Costanzo Truini.

news

Il Direttivo del Panathlon Club Cittadella oltre al contributo di Euro 1.000,00 a favore della raccolta fondi attivata dal Comune di Cittadella (PD) per l’acquisto di un respiratore donato al locale Ospedale, ha deliberato di versare le ulteriori seguenti somme: 

• Euro 500,00 per la raccolta fondi attivata dal Comune di Cittadella per “l’emergenza famiglie in difficoltà”;

• Euro 500,00 alla Caritas della Parrocchia di Cittadella Santi Prosdocimo e Donato, a titolo di aiuto per le situazioni di difficoltà presenti nella Comunità

Un enorme successo con  più di 120 registrazioni / circa 90 partecipanti, inclusi i membri del Panathlon Club di altri paesi, come ad esempio il Brasile, ha riscontrato la videoconferenza organizzata dal Panathlon Club Lisbona  sulle conseguenze del rinvio dei Giochi Olimpici del 2020.

 

Secondo Consiglio Direttivo del Panathlon Club Venezia in videoconferenza Duo. All'esame alcune proposte dei soci e la volontà di avviare alcune iniziative a favore delle Società sportive veneziane una volta che sarà possibile ripartire con l'attività.

Partirá subito un'analisi della situazione in cui si trovano in questa fase innanzitutto le 33 società aderenti all'Osservatorio Pratica Sportiva del Panathlon Club Venezia che hanno sottoscritto le carte panathletiche.

Il momento che stiamo vivendo ci costringe a rinunciare ai nostri raduni conviviali, ma non all’amicizia che ci lega e che ci ha unito nella decisione di promuovere gli ideali panatletici. 

Il Panathlon Club Bologna 1957, su deliberazione del Consiglio Direttivo e con il generoso contributo di alcuni soci,  ha provveduto a donare alla Fondazione S.Orsola di Bologna la somma di Euro 5.000 quale contributo per superare l’emergenza COVID-19 che ha colpito così duramente il nostro Paese.

 

Il presidente Costanzo Truini e a tutti i soci del Panathlon Club Rieti, hanno donato 200 mascherine di elevata qualità al Comune di Contigliano, già in distribuzione dalla Protezione Civile del paese reatino.

 

Il Comune di Contigliano è l’unico Comune della Provincia che è stato dichiarato zona rossa a causa di alcuni decessi in una casa di riposo per anziani.

Il Panathlon Club Rieti, nell’ambito dell’iniziativa “Ora puoi aiutare” una raccolta fondi da destinare a sostenere le necessità del momento.

Altre iniziati verranno prese sempre con la stessa finalità.

 

 

Panathlon International

Fondazione D.Chiesa