• Home
  • Emanuela Chiappe

Una “Festa degli Auguri” Importante e molto partecipata in occasione del Trentennale del Panathlon Club di Senigallia, che ha voluto incontrare i propri soci, amici e simpatizzanti, in un incontro conviviale al ristorante del Circolo “La Fenice” di Senigallia.

“Un vero successo di partecipazione – ha sottolineato il Presidente del sodalizio Senigalliese Stefano Ripanti – Un appuntamento molto sentito anche per la ricorrenza trentennale dalla fondazione. In questi anni il Club Service Senigalliese si è occupato di temi importanti e molto sentiti in campo sportivo, avvalendosi sempre di persone dedite alla divulgazione di quei valori sportivi e di quell’etica sportiva che non dovrebbero mai essere dimenticati. Ringrazio tutti – ha concluso il Presidente – per essere qui in questa importante occasione che vedrà anche l’ingresso nella nostra grande famiglia di altri tre nuovi Panathleti”.

leggi la notizia

I giovani sportivi hanno ricevuto un contributo di 1'500 franchi a testa

 

In occasione della tradizionale cena di Natale - ha premiato cinque giovani talenti a cui è stato consegnato un contributo di 1'500 franchi ciascuno. I giovani premiati sono: Neel Bianchi e Luis Schulte per il canottaggio, Luca Bottarelli e Mattia Piffaretti per la ginnastica e Ginevra Ostini per lo sci.

Un’apposita Commissione d’esame ha vagliato le diverse candidature pervenute per poi effettuare una proposta di nominativi successivamente avallata dal Consiglio direttivo. 

L’Associazione intende attribuire annualmente un sostegno finanziario a talenti tra i 14 e 18 anni, scelti tra gli sportivi domiciliati nelle Svizzera italiana, che abbiano in ambito agonistico conseguito risultati tecnici di rilievo in competizioni nazionali, internazionali e dimostrato attitudine per poter proseguire e progredire nella propria disciplina sportiva.

Accordo di collaborazione tra Panathlon International ed Once Ocean -  Sottoscrizione e divulgazione della “Charta Smeralda”

Anche il Panathlon International condivide e si impegna per la salvaguardia dei mari e degli oceani.

Martedì 11 dicembre 2019 il Presidente Pierre Zappelli insieme al Vice Presidente Esecutivo e legale rappresentante di Once Ocean, dott. Riccardo Bonadeo hanno firmato un Accordo di Collaborazione nel quale il Panathlon si impegna non solo a sottoscrivere ma anche a collaborare per la divulgazione della “Charta Smeralda”: un codice etico che ha la finalità di  sensibilizzare l’opinione pubblica e tutti gli operatori per affrontare i problemi più pressanti degli oceani e degli ecosistemi marini e costieri, e che è teso a definire ambiti di intervento concreti, immediati e focalizzati alla risoluzione dei problemi.

La Charta Smeralda è rivolta principalmente agli amanti del mare e a chi vive il mare per sport e per passione, alle strutture che ne promuovono e supportano l’attività.

Il Panathlon International che è un movimento internazionale con la finalità di affermare l’ideale  sportivo e i suoi valori etici e culturali quale strumento di formazione ed elevazione della persona, di solidarietà e di pace fra gli uomini e i popoli, non poteva rimanere indifferente a questa iniziativa.

È così nata l’idea, promossa dal Club di Mestre e dal Governatore dell’Area Veneto, di sottoscrivere un accordo per collaborare a proteggere e a tutelare i nostri Mari ed Oceani, madri e culle del nostro Pianeta e della nostra vita, e anche delle attività sportive che in essi si svolgono.  

Una iniziativa veramente importante che ha anche l’obiettivo di aumentare la consapevolezza sulla situazione attuale e sui rischi che corre il nostro ecosistema marino e costiero, ambiente dal quale dipende anche la nostra sopravvivenza. Rapallo, sede del Panathlon International, ma anche tantissime città e porti di tutto il mondo, hanno già avuto la dimostrazione della violenza e dei danni enormi che gli squilibri degli ecosistemi possono causare.

E siamo solo all’inizio.

video

    

 

Il Panathlon Club di Trento (IT)-Area 1, con il patrocinio del Panathlon lnternational, e dell'Area 1, ha il piacere di annunciare l'organizzazione del tradizionale campionato Internazionale di Sci Alpino denominato Panathlon Sci 2020, giunto alla XXIIIa edizione, riservato ai Soci Panathlon italiani ed esteri, loro familiari ed amici .

La gara si svolgerà, nella splendida Val di Fassa e precisamente a MOENA conosciuta come la "Fata delle Dolomiti" - Italia e, avendo carattere competitivo, assegnerà i titoli internazionali Panathlon di categoria (cat. F.I.S.I.} per lo Sci Alpino.

 

 

Panathlon Area Comunicazione Distretto Italia del Panathlon International è lieta di informare che è stato pubblicato il n 11 2019  di "Lettera 22" 

Chi desiderasse potrà inviare informazioni con foto a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  che verranno inserite nello spazio "VITA DI CLUB" dedicato alle varie attività.

numero_11_novembre_2019

Dalla lotta al razzismo nello sport alla sempre più intensa collaborazione con la Fondazione Terzo Pilastro Internazionale nel portare avanti nuovi progetti. In sintesi questi i temi principali della conviviale del 25 novembre del Panathlon di Palermo, presieduta dal presidente uscente, Gabriele Guccione Alù.

Da gennaio infatti il “timone” tornerà nelle mani di Andrea Vitale, attuale past president, ma già massimo dirigente fino al 2012.

L’argomento della lotta al razzismo è stato trattato con dovizia di particolari ed esempi dal professore di educazione fisica e sempre a fianco della disabilità nello sport, Francesco La Versa. “Il rispetto verso l’avversario, chiunque sia e senza differenze di colori della pelle, deve essere inculcato nei bambini sin dall’età scolare. Ma dipende molto dalla educazione che si riceve nelle famiglie” ha spiegato La Versa. Concetti ribaditi da Rachid Berradi, marocchino di origini ma palermitano di adozione. Il mezzofondista olimpico azzurro ad Atene, si è a lungo soffermato sui casi più eclatanti dei cori razzisti negli stadi di calcio, condannando episodi che coinvolgono sia il mondo dello sport professionistico che fatti emblematici negli oratori e nei campetti di periferia, spesso acuiti dalla esasperazione dei genitori.

Un lungo appaluso della folta platea dei panathleti palermitani è stato tributato al professore Emmanuele Emanuele, socio onorario e figura emblematica di quei mecenati dello sport, ormai così rari. Dopo avere attraverso la sua Fondazione, supportato determinate attività veliche e di canottaggio, il suo amore originario per la scherma, praticata da giovane alla Canottieri, prima di lasciare Palermo, lo ha portato ad affiancare ancora una volta il Panathlon verso una ennesima e meritoria iniziativa. Quella di dotare la giovane società Scherma Palermo del presidente Massimo La Rosa, anche lui panathleta, una palestra più consona di quella attuale. Ma nell’animo di Emanuele resta un sogno nell’ambito di ricambiare quanto ricevuto dalla sua città natale, Palermo. “Vorrei che tramite il Panathlon venisse realizzato un museo dello sport. Sono pronto ad intervenire economicamente non appena mi verrà sottoposto un progetto e una adeguata sede dove allestire la struttura che manca alla città”.

In chiusura della serata è stato festeggiato come socio onorario (il quarto del club dopo il sindaco Leoluca Orlando, Emmanuele Emanuele e il presidente pro tempore del Coni Sicilia, Sergio D’Antoni), Piero Fagone, figura tra le più prestigiose dello sport siciliano.

photogallery

Venerdì 29 novembre, presso l’Hotel Savoia Excelsior Palace di Trieste alle ore 9.00  hanno avuto inizio i lavori del Comitato di Presidenza

Work in progress

 

Panathlon International’s antenna in Brussels was successfully represented at different events organized by the EU DG Sport. 

As the objective of P.I. is to develop a regular participation of Panathlon and Panathlon members into the development of ethical values in sport at an international level it is the aim and role of IB member Paul Standaert to focus on the European level. 

Mr. Standaert was invited to the meeting of EU Expert Group on Integrity in Sofia, Bulgari on 12 and 13 November 2019.

Members of this group are international experts in the field of the struggle against Sport manipulation and match fixing. The Bulgarian Ministry (Mrs. Racheva -Slavkova Director Eu programmes), hosted the meeting and welcomed 

Counties and Governments of EU states Denmark, Finland, Slovakia, Italy, France, Spain, Portugal, Malta, Hungary, Lithuania, Estland, Netherlands and more participated.

National and International organizations are invited to the Expert Group as observer and are welcome to share experiences and insights on these topics.

Observers represented sport unions, Interpol, SIGA, UNODC, ENGSO, Digital Sport Rights, FIFA, UEFA, International Betting Integrity Association and also Panathlon.

The meeting was chaired by Mr. Le Losteque Head of the EU unit Sport. He expressed the great interest of EU to the topic of good governance and match fixing and promotes applications to Erasmus + projects in the framework of the combat against match fixing.

For 2019 only 7 applications on the 260 granted are based on anti-match fixing.

Therefor EU calls for new projects on the topic. The next deadline for 2020 application is April. 

Panathlon International is a collaborating partner in a 2019 project EPOSM, a initiative of the University of Gent in collaboration with the universities of Loughborough (UK), Lausanne (CH), Utrecht(NL), and  also IRIS (FR) VMIS (Austria) Stichting CSVF (NL) The antenna of P.I. in Brussels will take care of the coordination for P.I.’s role and input in this project in collaboration and support of the Panathlon EU club.

In Sofia, M Standaert was able to represent Panathlon and to connect with the participants and specifically to representatives of Bulgari and Greece. Both expressed a sincere interest in Panathlon’s work and values, and they will study the possibility to start a Panathlon activity in their country.

Mr. Luciano Di Fonzo of EACEA reported the latest status about Erasmus + and shared some statistics on the evolution since 2014. 

2014 – 40 projects

2019 – 260 projects selected upon 700 applications, for a total grant of 55 million EURO. 

On the agenda of the meeting was an overview and status of the work realized by the expert group (already 4 meetings) It’s final report and recommendations is to be finalized in the next days.

On 30th of January 2020 EU will organize in Brussels an Erasmus+ Information day.

Panathlon International

Fondazione D.Chiesa