• Home
  • Emanuela Chiappe

The International Fair Play Committee is calling children and youth around the World to encourage them to participate in a virtual children's drawings exhibition. 

„Due to the pandemic, doctors recommend staying at home is the most effective protection to prevent further spread of the Coronavirus. This affects not only adults but also children. Many schools are closed, kids are locked into their homes, where the entertainment options are limited. To facilitate the useful time and to make parents' tasks a little easier International Fair Play Committee announces a drawing exhibition for children. We are waiting for artworks from the very young kids to the juniors that express prevention, attention to each other, play, and generally Fair Play. Thank you for sharing the attached Call on your website or social media channels! Take Care of Yourself!” – Dr. Jenő Kamuti, President of the International Fair Play Committee. 

The call is available on www.fairplayinternational.org and our Facebook, Instagram and LinkedIn channels.

 

Il presidente del Panathlon Valtiberina 243° club, Architetto Giovanni Tasegian, ha omaggiato i medici di base di Città di Castello di 1000 mascherine, (nella foto la consegna).

Il Presidente Tasegian precisa che "la scelta dei medici di base per il nostro gesto di solidarietà, si deve alla volontà del club di riconoscere il valore del prezioso lavoro che che ogni medico svolge quotidianamente."

Il Panathlon Valtiberina, nei mesi scorsi si è distinto per iniziative di sensibilizzazione al fairplay nello sport, sfociate nella convenzione firmata con i Comuni di Città di Castello e San Giustino denominata "Targhe Etiche", testimoniata dalle targhe apposte in ogni impianto sportivo della valle.

Ora dunque un altro pregevole gesto di vicinanza alla comunità locale e alla sanità in un momento di particolare impegno a tutela della salute di tutti.

Il Panathlon Club Caltanissetta offre una donazione al progetto "Non vi lasciamo soli" - COVID-19 

Il Consiglio Direttivo del Panathlon Club Caltanissetta, in accordo con tutti i soci, ha effettuato una donazione a favore del progetto "Non vi lasciamo soli" della Cooperativa Sociale ETNOS.

La donazione contribuirà a favorire ulteriormente, in questo difficile momento, tutte le attività a sostegno degli anziani soli, persone che non possono uscire da casa o in difficoltà, per le consegne gratuite di generi alimentari, pasti caldi, farmaci e di quant’altro sia necessario ed essenziale per la sopravvivenza. 

Le psicologhe della Cooperativa ETNOS hanno, inoltre, attivato il servizio di supporto psicologico gratuito per tutte le persone che ritengono di averne necessità.

Inoltre, in questi tempi di Coronavirus, nei quali il reperimento dei dispositivi di protezione si sta rivelando davvero arduo anche per il personale ospedaliere, alcune sarte di Caltanissetta stanno provvedendo a commissionare alla cooperativa sociale Etnos delle mascherine seguendo il metodo del farmacista di Villanova Mondovì, il dr. Luca Somà, che saranno a disposizione gratuita della collettività e di chi ne avrà più bisogno

 

Il Panathlon Club Modena ha risposto presente all’appello lanciato nei giorni scorsi dalla Presidente Maria Carafoli (foto). La generosità di soci del Club si è tradotta in due donazioni per un ammontare complessivo di 3.200 euro, di cui una a favore dell’Azienda Ospedaliero Universitaria di Modena per l’acquisto di mascherine, macchine per la ventilazione e altro materiale a supporto del personale sanitario e l’altra destinata ad AVPA Croce Blu di Modena.

"Si tratta solo del primo traguardo – commenta la presidente Carafoli – per un impegno che da parte nostra continua, come purtroppo continua lo stato di emergenza. Ringrazio di cuore tutti coloro che hanno aderito con tanto altruismo".

Firenze: Il Panathlon della Toscana è in campo per aiutare chi, in questi giorni di forzato isolamento, è solo e non ha la possibilità di “scambiare due chiacchiere” con nessuno.

Il Governatore dell’Area 6, Andrea Da Roit, afferma: "Il Panathlon c’è e mette a disposizione di tutti i cittadini, i numeri di telefono sotto riportati, per offrire a chi lo desidera, la possibilità di parlare, nel pomeriggio di ogni giorno fino al termine dell’emergenza dalle 15.00 alle 18.00, con Amico Panathlon e trovare un momento di socializzazione su temi di Sport o di quant’altro si voglia parlare

leggi la notizia

Réunion institutionnelle

La réunion du Conseil International aura lieu aujourd’hui 3 avril de 14h30 (heure italienne) à 17h30 par télématique.

***

Appuntamento istituzionale 

La riunione del Consiglio Internazionale si terrà oggi 3 aprile dalle ore 14.30 (ora italiana) alle 17.30 in via telematica.

***

Institutional meeting 

The meeting of the International Board will be held today 3 April from 2.30pm (Italian time) to 5.30pm by telematics.

 

Solidarietà, il Panathlon club di Enna dona attrezzature all’Umberto I 

 1 Aprile 2020 Redazione Enna, Mario Gulino, ospedale, Panathlon, solidarietà

Ventiquattro sfigmomanometri elettronici e un sensore a dito da destinare ai reparti COVID dell’Umberto I di Enna donati dal Panathlon Cub di Enna. Mario Gulino, Presidente della società, molto attiva nella promozione dell’attività sportiva, ha richiesto la procedura d’urgenza per l’acquisto delle apparecchiature all’Ufficio Provveditorato dell’ASP che, nella persona del sig. Maurizio Mazzola, ha curato la pratica d’acquisto con i costi a carico del Panethlon. La fornitura è già stata consegnata.

Un altro carico cospicuo di alcol è stato fornito gratuitamente dalla Ditta Arena, dopo la prima fornitura consegnata nel mese scorso.

Continuano a manifestarsi la generosità e l’altruismo di quanti contribuiscono in modo fattivo ad affiancare la sanità ennese.

 La Direzione Aziendale, a nome di tutti gli operatori sanitari, ringrazia il Panathlon Club, la Ditta Arena e  tutti coloro che in queste ore testimoniano vicinanza e solidarietà ai pazienti  e alla struttura sanitaria nell’attuale fase di emergenza.

Coronavirus blocca le Olimpiadi. Prima  di lui solo le guerre

di  Renato Zanovello, Presidente emerito Panathlon Padova

Su un giornale di Tokyo il comico Gene Gnocchi ha visto il seguente annuncio ,da lui riportato sulla rosea : " Vendesi torcia olimpica usata pochissimo ,ottimo stato . Astenersi perditempo " .

E' una battuta umoristica fra tanto dolore per dire che il Coronavirus ha costretto il CIO a far slittare le Olimpiadi di Tokyo 2020 all'estate 2021 .

Oltrechè in  questa edizione 2020 , le Olimpiadi moderne non si erano prima svolte solo tre volte ,causa guerra, precisamente nel 1916 , 1940 ,1944 .   

Quest'anno un piccolissimo virus sconosciuto sta sconvolgendo tutto il mondo,compreso quello sportivo, facendo per inciso meditare sulla fragilità ed i limiti dell'essere umano ,spesso ripieno di un'autosufficienza fasulla , basata su falsi valori e quindi pronta a sgretolarsi ,come ampiamente dimostrato.  L'annuncio del rinvio delle Olimpiadi ha risvolti positivi e negativi secondo le sfaccettature che lo rappresentano .  E' un'ottima notizia dal punto di vista prioritario della salute ,visto il tragico sviluppo attuale della pandemia .

E' una notizia meno ottimale per tanti campioni ,soprattutto i meno giovani atleticamente parlando ,che dovranno mantenersi in forma per un altro anno e qualche mese . Invece e' una pessima notizia dal punto di vista organizzativo-amministrativo, com'è facile immaginare con riferimento non solo olimpico : basti pensare ,ad esempio, al possibile congelamento delle cariche istituzionali sportive in scadenza ,ove alcuni dirigenti vedevano gia' il miraggio del pensionamento ,altri invece avevano già iniziato una più o meno aperta campagna elettorale, che noi del Panathlon ci auguriamo sia sempre ed ovunque ispirata allo spirito del servizio competente ,assiduo e disinteressato.

Che Dio ce la mandi buona ! E' proprio la piu' ovvia,variegata conclusione.

 

   

 

 

Il Consiglio Direttivo del Panathlon Club Siena, interpretando la volontà di tutti i soci, attraverso il suo Presidente Fabio Bruttini, ha effettuato una donazione a favore dell’Azienda ospedaliera-universitaria Senese.

Tale donazione è destinata a supportare tangibilmente in questo straordinario momento le attività di assistenza e ricerca con l’acquisto di dispositivi di protezione destinati ad operatori sanitari e pazienti in ospedale, per far fronte all’emergenza Covid-19

Panathlon International

Fondazione D.Chiesa