• Home
  • Emanuela Chiappe

PREMIO BANCARELLA SPORT 2019

Pontremoli 20 Luglio 2019 - "Per il Panathlon Distretto Italia, essere partner di un evento di prestigio quale il Premio Bancarella Sport, significa assolvere ad uno delle più fondamentali finalità: quella della diffusione della cultura dello sport”, afferma il Presidente del Distretto Italia, Giorgio Costa. 

Dunque cosa di meglio e di più strategico nel sostenere la letteratura dello sport attraverso un collaudato premio. Anche perché non bisogna dimenticare che il premio nacque da un confronto d’idee tra Renzo Chiappale, alla ricerca di un premio da affiancare al Bancarella, e Carletto Bardi del Panathlon Carrara-Massa. 

I due quindi decisero che lo sport avesse una sua dignità letteraria attraverso il Premio. Sic et simpliciter!

Il ruolo del Panathlon

La Fondazione Città del Libro e le due Associazioni, Unione Librai delle Bancarelle e Unione Librai Pontremolesi, in collaborazione con il Panathlon International Distretto Italia, rappresentato dal Club di Pontremoli-Lunigiana, organizzano annualmente il premio letterario BANCARELLA SPORT, con lo scopo di diffondere e valorizzare gli ideali sportivi e culturali e per infondere nei giovani sane e volitive passioni sportive improntate a nobiltà e purezza di intenti.

Un Panathleta è delegato alla Commissione di scelta, quest’anno è toccato al Past President P.I. Giacomo Santini, mentre altri 30, in rappresentanza di altrettanti club, alla Grande Giuria.                                                                                                                                                                                                   

Due compiti distinti   

La Commissione di scelta con il compito di selezionare i sei libri che partecipano alla poule finale, alla Grande Giuria l’indicazione dei tre autori che si giocano il Premio.  

I sei libri in concorso:

“4810. Il Monte Bianco Le sue storie, i suoi segreti” di Paolo Paci.                                                                                                   

ASFALTO di Andrea Dovizioso                                                                                                                                                   

“ERALDO PIZZO” Caimani come me. Il mito Pro Recco” di Claudio Mangini.                                                                                                                                                                

DEMONI di Alessandro Alciato.                                                                                                                                                           

IL “CASO” FIORENZO MAGNI L’uomo e il campione nell’Italia divisa, di Walter Bernardi.                                                                                                                       

RADIOGOL di Riccardo Cucchi.

 

Ha vinto l’edizione 2019 Paolo Paci con “4810 il Monte Bianco, le sue storie, i suoi segreti”, un lungo viaggio nella memoria remota, nella natura-spettacolo, nell’arte del pensiero. Percorrendo il Tour du Mont Blanc, Paci, rivive la storia della montagna in chiave contemporanea, raccogliendo vecchi e nuovi racconti sui tre versati (italiano, svizzero e francese, come si legge nella presentazione.

Il Panathlon Distretto Italia era rappresentato dal Presidente Giorgio Costa, intervistato dalla giornalista-conduttrice della serata Viviana Guglielmi di Rete 4, dal Vice Presidente Leno Chisci, oltre che dai club di Chiavari, Montecatini, Lucca, Verona, La Spezia, Valdarno Superiore e Carrara Massa con Paolo Dazzi, uno dei fondatori del premio.

Ancora una volta ottimo il lavoro del Panathlon Pontremoli-Lunigiana del Presidente Aldo Angelini, come ottima l’Area 6 del Governatore Orietta Maggi e del Vice Governatore Gian Filippo Mastroviti nel proseguire la tradizione letteraria.

Italo Cucci nel pomeriggio ha ricevuto il Premio Bruno Raschi, nell’occasione è stato ricordato il ruolo del Panathlon nella nascita del Bancarella Sport.

 

Assegnati i premi del XVII Concorso Grafico

 

Sabato 13 luglio presso la Sede del Panathlon International (Villa Queirolo, Rapallo) si è svolta la riunione della giuria per l’assegnazione dei premi del XVII Concorso Grafico Internazionale istituito dalla Fondazione Domenico Chiesa al fine di far riflettere i giovani, attraverso il linguaggio dell’arte, sui valori dello sport.

Si informa che la cerimonia di premiazione e l’inaugurazione della Mostra si terranno a Padova sabato 19 ottobre. Seguiranno maggiori dettagli sulla cerimonia

In allegato l’elenco dei vincitori

 

 

Une douzaine d’éducateurs sportifs aux idées innovantes se sont investis avec énergie et professionnalisme, mercredi 3 juillet, dans cette édition Fort Boyard ouverte aux jeunes de 8 à 12 ans, adhérents aux sections sportives du Sporting club de Beaucouzé (SCB). « 128 jeunes sur 150, inscrits au stade Jacques-Aubineau, ont participé à cette animation sportive et citoyenne que Lilian, le responsable technique, coordonnait », raconte Marie-Chantal Bonhommeau, la présidente du SCB.

Les enfants ont pris beaucoup de plaisir à découvrir un jeu interactif et à s’investir pour obtenir les fameuses clés permettant de résoudre l’énigme finale et, enfin, recevoir leurs trésors, offerts par les partenaires et les sections. Pour sa part, le Panathlon club d’Angers, éthique du sport et partenaire de l’événement, s’est investi financièrement pour faire de cette journée une réussite.

Marie-Chantal Bonhommeau a annoncé, en outre, une nouveauté au SCB pour la saison prochaine : « Le retour de l’athlétisme pour les enfants et les adultes. Il sera plus orienté vers la course à pied la première année mais l’encadrement s’adaptera aux besoins et aux effectifs. 

Dedicata al grande, indimenticabile Massimo Troisi, la manifestazione cinematografica e culturale eoliana, giunta all’ottava edizione, ha previsto un momento dedicato alla consegna ufficiale di un premio Panathlon.

Premiato il pongista messinese, Massimo Girolamo, due volte medaglia di bronzo ai recenti giochi mondiali “Special Olympics” di Abu Dhabi, “per aver trovato la forza di trasformare i propri limiti in strumenti per allargare gli orizzonti della vita e percorrere la strada del successo”. La cerimonia di premiazione si è tenuta dopo l’esibizione di Roby Facchinetti, nel magico scenario della Piazzetta di Santa Marina Salina.

L’atleta ha voluto ringraziare fortemente Massimiliano Cavaleri e tutti gli organizzatori del Marefestival per avere, da quest’anno, voluto aprire uno spazio al mondo dello Sport e per aver pensato al Panathlon per rappresentare lo Sport come mezzo di reinserimento sociale per tante persone con disabilità anche intellettive delle quali Massimo Girolamo può essere un portabandiera.

A precedere la consegna del premio, una missiva, che Pierre Zappelli, Presidente del Club messinese, ha inviato all’atleta, per porgere all’atleta le più vive congratulazioni per i risultati conseguiti e con cui ha sottolineato i valori del Panathlon, che da sempre sostiene e incoraggia la pratica sportiva quale strumento di formazione e di valorizzazione della persona e come veicolo di solidarietà tra gli uomini ed i popoli.

Opening Panathlon EU Brussels June 20 - 2019

 

On June 20thPanathlon International had the honor to welcome Mr. Yves Le Lostecque, Head of Unit SPORT DG EAC, at the opening of the Panathlon EU Brussels club. 

International President Pierre Zappelli spoke about the important challenge for Panathlon International in supporting the aim of EU in sport and education. 

Panathlon’s cradle stood for obvious reason in Italy. As an international Movement for the promotion and dissemination of culture and sport ethics according to the IOC official recognition it is more than logical that Panathlon assumes its responsibility in facilitating the ethical aim of sport in the EU. 

Therefor it is promising that the representation of Panathlon in Brussels generates a new club for International members. As an attractive platform for EU citizens the club will facilitate the exchange of good practices and the development of new project to achieve our common ethical goals.  

Mr. Arjan van ‘t Veer president of the new club welcomed the audience and focused on the important role of sport in society where quality leisure time has become a priority. 

Vice President of Panathlon EU Brussels Mr. Vlaemminck gave a short overview of the club’s program.

In the next month’s Panathlon EU Brussels will focus on three themes:

- the possible exploitation of young athletes: the risk associated with the migration of young football players from Africa  

- inclusiveness: age shouldn't be a barrier to playing competitive sports

- the excessive commercialization of Sport 

As partner of EWOS the new club will also focus on a program that participates at this European Sport Event.

 

         

 

Il Panathlon ricorda il mito di Fausto Coppi

A 100 anni dalla nascita del grande ciclista Fausto Coppi, il Panathlon di Rovigo ha organizzato la tradizionale “cena fuori porta” con la presentazione del libro di Luciano Boccaccini “Fausto Coppi – La grandezza del mito” della Casa Editrice Minerva. Si tratta di una raccolta di fotografie inedite del grande fotografo Walter Breveglieri che con i suoi oltre 200.000 negativi ha documentato i fatti salienti della cronaca nazionale e si è spento nel novembre 2000.

Dopo il saluto del Presidente del Panathlon di Rovigo Giampaolo Milan, sono seguiti quelli di Guido Mugavero della Casa Editrice Minerva e di Enrico Piccoli, già ciclista dilettante, originario di Comacchio come lo scrittore Boccaccini, ed arrivato anche a rivestire la maglia azzurra. Infine il saluto del Sindaco di Polesella Leonardo Raito, già Assessore provinciale allo Sport, che ha messo l’Editrice Minerva in contatto con il Panathlon. Poi la parola è passata all’autore del libro che con le sue parole, i suoi ricordi quasi matematici di tutte le vittorie del “campionissimo”, compresi i tempi di distacco con cui ha vinto le grandi classiche e più volte il Giro d’Italia ed il Tour de France, le immagini di Breviglieri che venivano proiettate, ha letteralmente affascinato i soci presenti. Profondo conoscitore ed appassionato di ciclismo, Boccaccini ha raccontato di avere da giornalista conosciuto sia i grandi ciclisti del passato, come pure le grandi firme del giornalismo e della radio nei tempi eroici del ciclismo. E poi Coppi, che il grande giornalista Mario Ferretti descrisse con una frase che è rimasta nella storia del ciclismo e del giornalismo sportivo: “C’è un uomo solo al comando, ha una maglia bianco-celeste, il suo nome è Fausto Coppi”. Nel libro e nel racconto dell’autore appare Coppi come mito e come campione, ma anche nei suoi risvolti umani, anche nelle tragedie che ne hanno segnato la sua breve esistenza, essendo morto a soli 40 anni. Sempre Boccaccini ha comunicato la sua passione per la bici con una espressione di Aligi Sassu “la bicicletta incarna il mito della libertà” ed un suo pensiero su come “il ciclismo sia la più bella metafora della vita”.

 

Da ultimo l’autore è venuto a parlare della attualità del ciclismo, con la crisi del settore giovanile, la necessità di riscoprire strutture come i velodromi, una volta molto numerosi in Italia ed oggi ridotti all’osso, come pure la mancanza di una “Coverciano” per i direttori sportivi. Tutti temi, con particolare riferimento alla situazione delle infrastrutture sportive, che il Panathlon di Rovigo, come ha detto il suo Presidente Milan nelle conclusioni, ha intenzione in futuro di riprendere.

 

 Il Panathlon festeggia cinquant’anni di sport e fair play

Domenica 16 giugno all’ Hotel Ruota di Pianfei era presente anche Pierre Zappelli, Presidente del Panathlon International, sotto la regia del Presidente del sodalizio Giovanni Mellano la festa dei 50 anni di nascita del sodalizio è culminata con il Convegno e il pranzo ufficiale. Da tutti, un messaggio univoco e ben chiaro: “ Lo sport dev’essere strumento di crescita all’insegna dei valori da trasmettere ai giovani”.

Oltre a Zappelli sono intervenuti fra i tanti il Presidente del distretto Italia Panathlon International Giorgio Costa, il Governatore dell’Area 3 Piemonte e Valle D’Aosta Maurizio Nasi, il Past Governatore Roberto Polloni, Adriana Balzarini  che ci ha onorato di portare le Fiaccola Olimpica in suo possesso, molti Presidenti dei Club dell’Area 3;l’assessore al Comune di Cuneo Cristina Clerico e Claudia Martin delegata Coni Point Cuneo e consigliere della Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo.

Con numerosi personaggi del mondo Panathlon, i Veterani dello Sport, i medici sportivi Carlo Ripa e Carlo Villosio, sono stati ricordati i presidenti, che hanno guidato il Club: Giovanni Palanca, Antonio Bertone, Attilio Bravi ( in platea la signora Riccarda), Sergio Levico, Armando Albanese, Sebastiano Dutto, e Enzo Lotti e l’attuale presidente Giovanni Mellano attualmente in carica.

Un’ovazione ha accolto i saluti dei campioni Maria Rosa Rosata, Rita Marchisio, Marco Olmo, Stefania Belmondo e Franco Arese. 

“Siete importantissimi, così come lo è lavorare insieme alla scuola” ha ricordato la pluriolimpionica e pluriridata dello sci di fondo Stefania Belmondo.

“Cinquant’anni fa non era facile creare un ente come questo e meritevole è stato anche saperne continuare la storia e lo sviluppo: avete svolto un ottimo lavoro”, ha dichiarato Franco Arese il grande olimpionico.

La presenza di molte autorità civili, tra cui il presidente della Camera di Commercio Ferruccio Dardanello,   militari e istituzionali ha contribuito a rendere indimenticabile la bella giornata .

photogallery

 

  Le samedi 23 mars 2019, le Golf Club de Genève nous ouvrait ses portes pour l’Assemblée générale du District – Suisse et Principauté du Liechstenstein, organisée par notre club, à l’occasion de son 60e anniversaire.

more info

photos

 

 

Emoción y satisfaccion de todos los socios de Panathlon Club Delicias por haber realizado el pasado Domingo 30 de Junio los Friendly Games en Cd. Delicias,Chihuahua,México.

Fueron todo un exito en los cuales participaron 200 niños acompañados de sus familias, asi mismo nos acompañaron autoridades deportivas y gubernamentales.

 

    

 

Premio Panathlon CSIT – World Games 2019 – Tortosa

Tutto è pronto. In occasione della Cerimonia di chiusura degli World CSIT Games che avrà luogo il prossimo sabato 6 luglio  a Tortosa, in Spagna, verrà assegnato il Premio Panathlon 2019!

Dalla collaborazione fra CSIT e Panathlon International, i Presidenti Pierre Zappelli e Bruno Molea, hanno istituito un Concorso rivolto a tutti gli associati CSIT, presenti in oltre 30 nazioni in tutto il mondo, per assegnare il  Premio Panathlon – CSIT, con l’intento di rafforzare le radici che accomunano le due associazioni: la passione per lo sport e la promozione dello sviluppo dell’ideale sportivo e dei suoi valori morali e culturali.  

E’ nata così l’idea di ricercare, attraverso gli Associati CSIT, una personalità che si sia particolarmente distinta attraverso il proprio comportamento, e le proprie azioni per l’affermazione dei valori etici dello sport

Per questa edizione, fra le numerose candidature pervenute, è stato individuato quale vincitore del Premio Panathlon – CSIT:

OLIN KALEVI

segnalato dalla “Finnish Workers’ Sports Federation TUL”.

In riconoscimento del suo eccezionale contributo ai valori dello sport nel corso della sua vita ,

che verrà premiato dal Presidente Pierre Zappelli durante la Cerimonia degli World CSIT Games.

Una grande festa sportiva all’insegna della cultura e del rispetto dei valori olimpici.

Sul sito https://2019.csit-world-sports-games.com/ potrete seguire in diretta lo svolgimento ed i risultati dei Giochi.

 

Panathlon International

Fondazione D.Chiesa