Mercoledì, 18 Settembre 2019 09:52 Published in Notizie dai Clubs e dalle Aree

In memoria di Bruno Grandi

Quando un amico ci lascia riemergono i ricordi. Bruno Grandi è stato per noi “il Professore”:in qualità di insegnante di educazione fisica ha forgiato ginnasti come Montesi,Fabbroni,  Malignacci, Gilli,   Marchetti,  Santoro,  Milanetto,  Zucca, Giantomassi, Lampronti, fino a  Vailati,  Pallotti,  Luppino, Luigi Coppa. Atleti che hanno preso il testimone della storia della ginnastica italiana dopo  la generazione di Menichelli.

Bruno come presidente della Federazione Ginnastica e della Federazione Internazionale è stato il dirigente che ha dato un enorme contributo allo sviluppo della disciplina, trasformando il sistema consolidato che limitava a poche nazioni gli allori delle gare. Con la sua riforma, nazioni nuove hanno potuto godere di risultati che mai erano stati possibili. Ci sono voluti molti anni ma alla fine con ferrea tenacia, il professore ha introdotto un nuovo, rivoluzionario regolamento nell’assegnazione dei punteggi, determinando così una più equa distribuzione dei meriti.

Nel campo della ginnastica e più in generale dello sport ha mantenuto costantemente alto il concetto dell’onestà, indicando a tutti che i valori educativi hanno una valenza unica. E che ai giovani atleti deve essere garantita la crescita sportiva in base all’età e allo sviluppo fisico, secondo i criteri della biomeccanica e della psicologia. Bruno è stato inoltre grande divulgatore dell’opera di Girolamo Mercuriale, il  medico forlivese che per primo ha proposto il legame tra educazione fisica e  medicina.

Membro del CIO, è stato a contatto negli anni con capi di Stato e organizzazioni sportive di tutto il mondo, partecipando in ruoli diversi a tutte le Olimpiadi, da Roma 1960 a oggi.                                     Ci ha lasciati col rammarico che il Museo della Ginnastica da lui tanto auspicato nella sua Forlì,        è ancora oggi una confusa nebulosa, nonostante gli impegni e i finanziamenti arrivati! Peccato! Avrebbe dovuto essere, diceva, da esempio e stimolo per le giovani generazioni: quello che finora è stato realizzato è solo una minima parte di ciò che il Professore avrebbe voluto. 

Inutile aggiungere che gli eccelsi risultati da lui raggiunti, sono stati possibili grazie all’acuta intelligenza e all’apertura culturale che spaziava in tutti i campi. Ma soprattutto, amava ripetere, la sua lunga carriera professionale è stata possibile grazie alla moglie Franca, la donna meravigliosa che ha “guidato” la famiglia nei suoi lunghi periodi di assenza, quando “svolazzava” per i quattro continenti.  

Bruno è stato un dirigente umile e generoso. Ha lavorato per gli altri da vero leader. E per questo il Panathlon, di cui era socio, lo piange come amico. 

di Ivan Balelli

Panathlon Club Forlì

 

Lunedì, 16 Settembre 2019 13:41 Published in Notizie dai Clubs e dalle Aree

 

Organisées par le Panathlon Wallonie-Bruxelles, les Journées du Fair-Play se déroulent du 7 au 16 septembre. Samedi dernier, plusieurs arbitres de sports différents étaient réunis devant Manneken Pis. Et le rugby était particulièrement bien représenté !

lire les nouvelles

Lunedì, 16 Settembre 2019 13:27 Published in Notizie dai Clubs e dalle Aree

Il XIV convegno sportivo quest' anno parlerà di vela in ricordo della tremenda alluvione che ha colpito il Tigullio il 29 ottobre 2018, infatti in quella occasione molte realtà sportive legate al mare, hanno subito gravi danni.

Durante il convegno , che inizierà alle ore 18.00 presso il Circolo Golf e Tennis di Rapallo, oltre la consegna del VI premio FAIR PLAY da parte del Panathlon, verrà consegnato per il terzo anno consecutivo il riconoscimento “ IL PIACERE DI AIUTARE “ e verrà dato ai Comandanti: Capitano Simone Clemente, Comandante Compagnia C.C. Santa Margherita Ligure, Comandante Vincenzo Orlando Capitaneria di Porto di Rapallo, Comandante Stefano Gentile Comando VVFF di Rapallo, per essere stati, nella notte del 28 ottobre 2018, nel Porto Carlo Riva di Rapallo, artefici del salvataggio di persone e mezzi.

Mercoledì, 11 Settembre 2019 10:10 Published in Notizie dai Clubs e dalle Aree

Sabato 14 settembre, alle ore 10, è in programma la sesta edizione del derby Genoa-Sampdoria per atleti con disabilità, a cura del Panathlon International Club Genova Levante. La partita si giocherà sul campo “Don Bosco” a Quarto (via Angelo Carrara 260 – Genova), essendo indisponibili per lavori i campi di Bogliasco e Pegli.

Le due squadre, militanti nella Quarta Categoria Figc, saranno la Divertime Asd e la BIC Genova, gemellate rispettivamente con Sampdoria e Genoa.

Questa amichevole sarà un gustoso antipasto del campionato riservato ad atleti con disabilità cognitivo-relazionale. Si tratterà di un derby tutto particolare, per ragazzi speciali, dove colori rossoblù e blucerchiati si fonderanno in un solo colore: quello della lealtà, dell’amicizia, del divertimento e dell’integrazione. Il vero fair play. 

“Più dell’anno scorso, vogliamo che l’avvenimento si riconfermi come una festa, condivisa da tutti, invitando gli enti, sportivi e non, che operano in questo settore, a portare i loro associati sul campo per assistere agli incontri e partecipare poi al rinfresco previsto al termine della manifestazione – fanno sapere Panathlon Club Genova Levante, Divertime e BIC Genova –. La vostra presenza, e quella di vostri parenti e amici, sarà molto gratificante e premierà questi ragazzi, atleti non certo inferiori per volontà ed impegno ai ragazzi normodotati”. Perché anche un derby aiuta a vivere meglio.

Martedì, 10 Settembre 2019 12:25 Published in Notizie dai Clubs e dalle Aree

Conférence publique organisée par le Service des sports de l’Université de Neuchâtel en partenariat avec le Panathlon-Club  Neuchâtel. 

« LE MYTHE DU LAUBERHORN »

lundi 23 septembre à 19h/ Aula des Jeunes-Rives, Espace Tilo-Frey 1, 2000 Neuchâtel, avec la participation exceptionnelle de deux anciens médaillés olympiques, champions du monde et vainqueurs de la coupe du monde de ski : MM. Roland Collombin et Didier Cuche, ainsi que de M. Patrice Morisod ancien entraineur de l’équipe suisse et française de descente. 

 

Martedì, 10 Settembre 2019 08:53 Published in Notizie dai Clubs e dalle Aree

VITERBO - Molto partecipato il tradizionale Meeting Club Panathlon Area Lazio svoltosi a Viterbo domenica 8 settembre. Il Club Panathlon di Viterbo, presieduto dal dr.Angelo Landi, è stato “padrone di casa” degli altri Clubs del Lazio. 

Sono stati infatti presenti il Club di Roma con il suo Presidente dr. Giampiero  Cantarini, quello di Latina presieduto dall’ing.Umberto Martone e Agro Romano con lo storico presidente dr. Italo Guido Ricagni. 

Ha solennizzato l’evento l’avv. Sandro Fagiolino, consigliere del Distretto Italia che ha tenuto una prolusione sulle novità statutarie del Panathlon da discutere nella prossima Assemblea. Presente anche il Past Consigliere Internazionale Marcello Marrocco.

Il Governatore di Area dr. Massimo Zichi ha portato il saluto del Panathlon al Sindaco di Viterbo che ha accolto i partecipanti nella Sala del Consiglio Comunale.

Occasione per tutti ammirare la Sala Regia con i suoi affreschi celebrativi della Città di Viterbo. Dopo una passeggiata per le vie del centro Storico di Viterbo ed una sosta per un rinfresco in piazza del Gesù, dove i panatleti hanno avuto l’occasione di conoscere l’arch. Raffaele Ascenzi ideatore dell’attuale ”Macchina di Santa Rosa, l’itinerario li ha portati in piazza S. Lorenzo, poi, in piazza della Morte, dove hanno preso conoscenza dell’esistenza di una Viterbo sotterranea, quindi piazza S.Carluccio e via S. Pellegrino per poi completare il tour presso il sagrato della Chiesa di Santa Rosa per osservare da vicino la Macchina di Santa Rosa. 

Ha fatto da “cicerone” il v.gov. Area Lazio avv. Andrea Stefano Marini Balestra.

Il numeroso gruppo di partecipanti si è poi portato presso il ristorante “ La Bella Venere” sulle rive del Lago di Vico nell’ambito delle iniziative di valorizzazione promosse dal comune di Caprarola, tra le quali la recente organizzazione di un mini-torneo di pallanuoto in acque libere promosso dal Panathlon Club di Viterbo.

Nel corso della Conviviale, il governatore di Area dr. Zichi ha espresso nella sua relazione gli aspetti significanti della sfida del Panathlon nel mondo.

In particolare i pilastri del movimento panatletico risiedono sulla CULTURA, attività pioniera della nostra storia, sull’ETICA, coscienza indispensabile per combattere ogni devianza, AZIONE, la virtuosa attività dei Clubs, AMICIZIA come appunto indica il motto del Panathlon International “Ludis Jungit”. Appunto per questi valori il comitato Olimpico internazionale ha dato riconoscimento ufficiale al Panathlon.

Ha concluso il governatore Zichi affermando che per vincere le sfide è necessario il periodico incontro dei Clubs per coordinare sui territori la progettazione di percorsi educativi per i giovani, che partendo dalla disciplina nello sport poi si irradia nella società e nella vita di tutti i giorni. Chi pertanto si “assoggetta” alle leggi dello sport e le segue, non avrà poi difficoltà a seguirle nella vita civile, lavorativa e famigliare.

Al brindisi del commiato, il Dr. Zichi ha indicato il Club Agro Romano come prossimo ospitante del Meeting dell’anno 2020, auspicando altresì un viaggio a Losanna per visitare il Museo dello Sport.

 

  

     

  

 

Lunedì, 09 Settembre 2019 10:24 Published in Notizie dai Clubs e dalle Aree

Panathlon International Gent organizes this year once more a sportive activity for young and old in the context of EWOS

Mercoledì, 04 Settembre 2019 14:22 Published in Notizie dai Clubs e dalle Aree

Reconocimiento José Nasazzi y Obdulio Varela 2019

Amigos panathletas, hoy nuestro Panathlon está de fiesta!! 

El Parlamento Nacional a través de la Cámara de Diputados distinguió a panathletas y a nuestro Club por sus actividades.

Felicitaciones Profesora Serrana Hernández, Prof.Julio Maglione, Liga Fútbol Infantil del sur, y programa Jugando y Creciendo con Salud, todos propuestos por nuestros Clubes del Distrito...

gran trabajo !!!

 

 

Mercoledì, 04 Settembre 2019 09:05 Published in Notizie dai Clubs e dalle Aree

Am Montag, 2. September 2019, fand im Pfalzkeller in St.Gallen die Verleihung der 9. Sankt Galler Sport-Preise statt. Der Ehrenpreis ging an den Sportfunktionär Martin Rutishauser. Zum Nachwuchssportler des Jahres 2019 wählten das Publikum und die Fachjury den Leichtathleten Simon Ehammer. In der Kategorie Sportler siegte der ehemalige Handballer und heutige Trainer Rolf Erdin.

 

lesen sie die Nachricht

Panathlon International

Fondazione D.Chiesa