Panathlon International launched a European week of sports with the slogan «healthy lifestyle for everybody». 

The Panathlon Club Solothurn followed this request and organized an event in its home region, next to the Burgäschi Lake, where every member could move adapted to his individual level of health and condition. 

Two Panathletes passed a  cycling tour of around 50 kilometres (one by bicycle, the other by wheelchair). The nine hiking members walked around the Lake Burgäschi. On several stops they received a lot of fascinating information about the geographical history of the place, under the title of the theme «on the traces of the glaciers». The facts were presented in a vivid manner by the specialist Geri Kaufmann, forest engineer ETH/SIA. 

Celebrating the most comfortable discipline «Jassen» five Panathletes competed for every single point. The only jogging athlete renounced his running course and joined the Jass community. 

After these events we met for a tasty dinner. Indeed, time passed quickly by talking about the various experiences we had during the past two hours. 

 

***

Panathlon International ha lanciato una settimana europea dello sport con lo slogan "stile di vita sano per tutti".

Il Panathlon Club Soletta ha seguito questa richiesta e ha organizzato un evento nella sua regione natale, accanto al lago Burgäschi, dove ogni membro poteva muoversi adeguatamente al suo livello individuale di salute e condizioni.

Due panathleti hanno superato un giro ciclistico di circa 50 chilometri (uno in bicicletta, l'altro in sedia a rotelle). I nove membri dell'escursionismo hanno passeggiato intorno al lago Burgäschi. Su diverse fermate hanno ricevuto molte affascinanti informazioni sulla storia geografica del luogo, sotto il titolo del tema «sulle tracce dei ghiacciai». I fatti sono stati presentati in maniera vivida dallo specialista Geri Kaufmann, ingegnere forestale ETH/SIA.

Celebrando la disciplina più confortevole "Jassen" cinque Panathleti hanno gareggiato per ogni singolo punto. L'unico atleta che fa jogging ha rinunciato al suo corso di corsa e si è unito alla comunità di Jass.

Dopo questi eventi ci siamo incontrati per una gustosa cena. Infatti, il tempo è passato velocemente parlando delle varie esperienze fatte in queste due ore.

 

 

In occasione della Settimana Europea dello Sport, il Panathlon Club Modena è stato protagonista di due iniziative di sport giovanile e inclusivo, in linea con i progetti di solidarietà sostenuti dal club modenese.

Sui campi della Polisportiva Saliceta San Giuliano, impianto ufficiale del Modena Football Club, è andato in scena il “Torneo Fair Play Panathlon”, organizzato da Accademia Modena 1912, con la partecipazione di tredici squadre delle annate 2013, 2014 e 2015.

Una giornata di festa, nel pieno rispetto delle norme anti Covid19 attualmente in vigore, per i giovani atleti e le loro famiglie, e che ha coinvolto, oltre alle formazioni gialloblu, anche i pari età di US Monari, Villa d’Oro, Junior Finale, Nonantola e Fiorano. Alla palestra Equilibra di Modena si è invece svolta una lezione introduttiva al parkour per i bambini e ragazzi di Ness1 Escluso, il progetto che permette di praticare attività sportiva a persone con disabilità cognitive o disturbi dello sviluppo. Sotto la guida di insegnanti qualificati, i partecipanti al progetto hanno imparato le prime nozioni di uno sport nel quale si cerca di adattare il proprio corpo all’ambiente circostante attraverso corsa, salti e movimenti, sviluppando velocità, equilibrio e coordinazione.

Maria Carafoli, presidente del Panathlon Club Modena, ha poi partecipato a un dibattito dedicato a sport e solidarietà al Festival dello Sviluppo Sostenibile, accanto ad Andrea Fabris, direttore organizzativo del Sassuolo Calcio e Lorenzo Vandelli, socio Panathlon e fondatore del gruppo Sportivo Sen Martin, prima squadra modenese di wheelchair hockey, realtà sportiva cui il Panathlon Club Modena è da tempo vicina con progetti dedicati. A queste iniziative si è aggiunto infine il Campionato Italiano di Golf Soci Panathlon, confermato anche quest’anno sui meravigliosi campi del Modena Golf & Country Club.

“Con queste iniziative – ha commentato Maria Carafoli, presidente del Panathlon Club Modena – vogliamo ribadire con forza l’importanza fondamentale dello sport come strumento educativo e sociale. Con le chiusure dovute alla pandemia, a pagare un prezzo altissimo sono stati in particolare i più piccoli e tutte le persone con fragilità di vario tipo. Il ritorno alla normalità deve necessariamente passare dal sostegno a tutte le realtà del nostro territorio che operano quotidianamente e con serietà in questi ambiti”.

www.panathlon.modena.it

Quest’anno la settimana dello sport, lanciata dall’unione europea nel 2015, è titolata “lo sport, una vita sana per tutti”. Viene celebrata annualmente alla fine di settembre allo scopo di promuovere lo sport e lo stile di vita attivo, al fine di incrementare il benessere fisico e mentale dei cittadini europei.

Il Panathlon club di Bassano, presieduto da Alberto Calsamiglia, ha scelto di celebrare questa ricorrenza accompagnando giovedì e venerdì (23 e 24 settembre) otto classi quinte del liceo Brocchi di Bassano (circa duecento studenti) sui sentieri della Grande Guerra nel massiccio del Grappa.

La visita di istruzione sarà possibile grazie all’associazione “Musei all’aperto del Grappa- Grande Guerra 1915/18” che ha sua base logistica nella casara Andreon, sull’omonimo colle, già centro di tiro nel primo conflitto mondiale, restaurata grazie allo straordinario contributo dei soci volontari.

Si tratterà di una camminata di un’intera mattinata tra trincee, gallerie, ricoveri, crateri di granata e fortificazioni che uniranno la storia patria e la culturaalla bellezza autunnale della montagna. Lungo il percorso, che partirà da Campeggia per concludersi a col Andreon, gli studenti ed insegnanti del Brocchi saranno accompagnati da Calsamiglia, che presiede anche i musei all’aperto, e da alcuni qualificati volontari dell’associazione, il generale Gianfranco Rossi, tenente colonnello Marco Bonomi, maresciallo Diego d’Agostino, oltre all’esperto storico delle battaglie del Grappa, colonnello Gianni Bellò.

I maturandi potranno così sperimentare di persona i luoghi dove i loro antenati coetanei hanno vissuto e combattuto, a costo anche della loro vita, nel periodo storico che essi studieranno nel corso dell’anno scolastico, sperando che per loro si avveri il motto dell’associazione, appeso all’esterno della casara, “Ogni quota, caverna, trincea ha un’anima e una voce… per chi sa ascoltare, per chi sa vedere”.

Il Panathlon, associazione che promuove la cultura dello sport, nata a Venezia nel 1951, diventata internazionale nel 1960 e ufficialmente riconosciuta dal comitato olimpico nel 1982, ha lo scopo di affermare gli ideali sportivi e i loro valori morali e culturali, nonché di formare ed elevare le persone e promuovere la solidarietà tra i popoli. 

A Bassano il club annovera, tra i suoi quaranta soci, molti campioni, atleti, dirigenti di associazioni sportive e testimonial dello sport nel territorio e in ambito internazionale.

L’associazione Musei all’aperto del Grappa, fondata nel 1998, è stata tra le prime in Italia a proporre progetti di recupero di siti e manufatti risalenti alla prima guerra mondiale per poterne fare oggetto di conoscenza e di partecipazione storica. 

Da sempre, il sodalizio ha scelto di operare, essendo privo di finanziamenti, con il contributo di volontari ed associazioni (tra le quali alpini, fanti, protezione civile, studenti universitari) cui sono stati assegnati tratti del percorso che unisce valle santa Felicita a cima Grappa, dedicando poi i siti restaurati ai militi del proprio paese insigniti della medaglia d’oro nei combattimenti sul Grappa.

Tale scelta dei musei all’aperto del Grappa si è rivelata negli anni azzeccata, perché ha avvicinato molti volontari al sacro monte, ai propri eroi e ad un periodo importante della storia patria, facendo sì che, al lavoro iniziale di recupero, seguisse la fondamentale ed indispensabile manutenzione annuale dei manufatti restaurati e alla conservazione della memoria storica, come recita il loro motto, appeso all’esterno della casara “Ogni quota, caverna, trincea ha un’anima e una voce… per chi sa ascoltare, per chi sa vedere”.

 

 

Lunedì, 11 Ottobre 2021 11:53

Lugano - Raiffeisen Walking Lugano

Il 12 settembre scorso si è tenuta nella nostra città la Raiffeisen Walking Lugano e il Panthlon Club Lugano ha partecipato con alcuni soci.

La manifestazione si impegnava a promuovere il territorio, la salute e il movimento oltre a farci scoprire la regione di Lugano.

L’evento era aperto a tutti e per tutte le età offrendo tracciati diversificati secondo le proprie possibilità, inoltre contribuiva all’inclusione delle persone con disabilità con un tracciato pianeggiante accessibile a tutti e senza barriere.

Abbiamo cominciato con un breve riscaldamento con la musica che ha contribuito a fare conoscenza con gli altri partecipanti.

Il piccolo villaggio organizzato per l’occasione offriva inoltre diversi stand e zona di animazione per i più piccoli.

La splendida giornata di sole ci ha accompagnato attraverso le vie del centro città per portarci a scoprire alcuni quartieri limitrofi fino ad ammirare il bellissimo panorama del lago e delle montagne che la circondano.

Grazie a tutti i soci partecipanti per aver passato una piacevole giornata insieme e grazie agli organizzatori per averci fatto sentire per qualche ora liberi da quelle limitazioni a cui siamo stati abituati negli ultimi mesi, all’aria aperta e nella natura.

 

TRICOLORI CRONO GIORNALISTI

Sabato 18  e domenica 19  settembre si è svolto il Campionato Italiano di ciclismo riservato ai soli giornalisti ciclisti sportivi riuniti nell’associazione AGCI , presieduta dal Presidente nazionale Roberto Ronchi .

L' evento sportivo  organizzato egregiamente dal Comune di Pontremoli con Società Ciclistica Villafranca con il patrocinio del Panathlon Pontremoli Lunigiana- l'associazione "Cio nel cuore"- i Veterani dello Sport che ha visto la regia di Gianluca Crocetti giudice internazionale Uci e delegato fair play del Club Pontremoli Lunigiana .

Sabato 18 la prova a cronometro da Villafranca in Lunigiana a Pontremoli  , , una crono di 12 km in leggera ascesa che ha visto la partecipazione di 18 atleti divisi per categorie, numero ridotto rispetto al passato dovuto al fatto che diversi giornalisti non hanno rinnovato l ’ iscrizione all’Uci  per effetto della  pandemia . Dopo tre km arriva la temuta acqua, che diventa scroscio a metà percorso, i corridori cercavano di tenere la bici dritta per non scivolare .

Questo l’ordine di arrivo :

Senior: Ploner Silvano ,media 21,773/km -Muraro Massimiliano-Perazzi Giancarlo-Moretti Vincenzo-Bellucci  Pierpaolo

Veterani: Olmi Leonardo, media 23,415/km-Fossati Alberto-Calovi Graziano-Aloisio Carlo-Grossi Gian Paolo

Gentlemen: Fantozzi Giovanni(Campione del mondo),media 21,427/km -Viberti Paolo-Nizzero Giovanni Paolo

PROVA IN LINEA 

La domenica 19 prova in linea con partenza ed arrivo a Pontremoli , 49 km (370 dislivello) , c’era un allarme meteo per rovesci impetuosi che puntualmente sono arrivati . I corridori iniziano a cinquanta di media sotto l’acqua, con la bici che pare un pattino sul ghiaccio. Basta una piccola e brusca correzione per esplodere sull’asfalto, liscio come un lago che diventa per i più specchio dell’anima. Le gambe diventano legnose e si ha paura di cadere : a metà gara rimangono in sei . Poi, ecco gli ultimi 13 km di saliscendi,  la media si abbassa perché la corsa diventa tattica.  Smette di piovere e spunta il sole e a due km dall’arrivo – tutti curve e controcurve nell’abitato di Pontremoli-  inizia la bagarre  tra i più forti che si preparano alla volata . 

Questo l’ordine di arrivo :

1.CALOVI GRAZIANO ( Rttr-campione italiano veterani;

2.OLMI LEONARDO ((Cycling 360.net-campione italiano gentlemen);

3.FOSSATI ALBERTO (4action media);

4.MURARO MASSIMILIANO (TG Vercelli-campione italiano senior);

5.BELLUCCI PIERPAOLO ;

6.PLONER SILVANO;

7.PERAZZI GIANCARLO;

8.CAROTENUTO CARLO;

9.COSTANTINI GIUSEPPE;

10.VEBERTI PAOLO;

11.GROSSI GIAN PAOLO;

12.SANTACHIARA IVANO;

13.ALOISIO CARLO;

14.FULLONI ALESSANDRO ;

15.NIZZERO GIOVANNI PAOLO (Giornale di Vicenza-campione italiano super gentlemen ).

Il Club Pontremoli Lunigiana ha colto l’occasione per  organizzare sabato sera  una conviviale del Panathlon unitamente alla Cena dell'associazione Giornalisti presso il Resort Ca ' del Moro .

Il programma prevedeva a partire dalle 19,30 la presentazione da parte del giornalista Paolo Viberti di alcuni libri : 

- “Coppi, l’ultimo mistero” rivela come è morto veramente il Campionissimo, perché non è stato salvato e che cosa accadde veramente in Africa. È scritto con Adriano Laiolo, che era al fianco di Fausto in Alto Volta.

- “Con il Pirata e altri eroi “ invece una serie di 80 brevissimi racconti di incontri con altrettanti campioni dello sport durante la sua lunga vita professionale che lo ha visto seguire personalmente 10 Olimpiadi, 30 Giri d’Italia, 17 Tour, 28 Mondiali di ciclismo, infinite classiche, Mondiali ed Europeo di basket, otto coppe del mondo di sci e di fondo etc etc

Si scrive tra l’altro come È MORTO PANTANI, PERCHÉ SIA STATO UCCISO E CHE COSA ACCADDE VERAMENTE A MADONNA DI CAMPIGLIO!

E’  seguita poi la cena in un clima di amicizia tra tutti i partecipanti che ha visto anche la presentazione con filmato delle proposte turistiche che offre il nostro territorio da parte del Centro Informazioni Turistiche  Sigeric .

 

The 10th anniversary of the PCU Committee establishment was celebrated during the European Week of Sport with theme “Healthy lifestyle for all”. Due to the fact that Panantlon International is a partner with the European Week of Sport to spread the message about the benefits a healthy lifestyles, it was decided to organize “10 years PCU Committee #BeActive Day” with sports activities and games for the team of our PCU Committee office together with the University of Antwerp.

The staff tried playing the new Spikeball game. The team liked the activity so much, so it was decided to arrange such activities more often to maintain a healthy lifestyle at work. The PCU Committee's team expressed a common desire to continue their participation in the #BeActive campaign events annually. As part of the #BeActive campaign 2021 the PCU Communication Manager has also participated in the #BeActive Mobile Journalism (MoJo) Training to promote the European Week of Sport and won the MoJo equipment kit.

In occasione della Settimana Europea dello Sport - EWOS 2021- il Panathlon Club di Benevento- Area 11 Campania, nel pieno rispetto di “sport, cultura e movimento”, ha organizzato  domenica 26 Settembre una passeggiata culturale lungo il corso Garibaldi (“Il Corso dei Gladiatori”), con la guida di Mario Collarile, panathleta e delegato provinciale del CONI di Benevento.

news

Giovedì, 30 Settembre 2021 09:57

Napoli - EWoS_2021 -

La è stata onorata dal Il Panathlon Club Napoli , in collaborazione  con l’Associazione Nazionale Atleti Olimpici e Azzurri d’Italia (ANAOAI) , in occasione della Settimana Europea dello Sport be Active 2021, ha organizzato con un Convegno che ha affrontato e presentato la TMA ( terapia multisistemica in acqua metodo Caputo Ippolito ) nei bambini autistici.

Il Convegno si è svolto giovedì 2 3 settembre alle ore 17  con una parte pratica nella piscina del Circolo Posillipo e a seguire con discussione con il pubblico presso la Sala delle Coppe dello stesso Circolo.

La conferenza  ha visto un vivo confronto con un uditorio attento e ben addentro nelle problematiche  del “ disturbi dello spettro autistico (ASD)che possono influire sulla vita quotidiana e relazionale con turbe comunicative, relazionali, senso motorie, cognitive e comportamentali. Questo tema affrontato dal Club Napoli per la Settimana Europea dello sport segue il fil rouge del Club partenopeo nel mettere in luce le tematiche sullo Sport come mission in qualunque tipo di fragilità.

 

Negli anni precedenti nella settimana europea dello Sport dal Club Napoli  era stato trattato il “ Calcio e basket camminato”(2018)il “ Golf ,sport per tutte l’età “ (2019)e  il “ Gioco delle bocce” (2020)con orientamento sulla terza età.

Quest’anno il delicato argomento  affrontato,ha riscosso un grande riscontro mediatico perché finalmente,come da me affermato nelle conclusioni “ si parla di quello che alcune volte nel passato,si taceva e restava chiuso tra le” quattro mura”.Un simpatico scambio di cadeau tra i governatori dell’Area 11 e dell’Area 1 del Panathlon International distretto Italia ha chiuso la serata.

Giovedì, 30 Settembre 2021 09:40

Siena - EWoS_2021 - ... E’...Andata...

Il Panathlon Club Siena ha organizzato Sabato 25 Settembre la terza edizione di Panathlon Cammina, quest’anno denominata: ‘’...E’ Andata...’’,  manifestazione podistica non competitiva, gratuita, inserita nell’ambito della Settimana Europea dello Sport con il patrocinio del Comune di Siena.

Pagina 1 di 7

Panathlon International

Fondazione D.Chiesa