Giovedì, 19 Settembre 2019 10:45

Il contributo Panathlon ai World Fair Play Awards

Il contributo Panathlon ai World Fair Play Awards

 

C’era molto Panathlon nella giornata che ha visto la consegna dei World Fair Play Awards nell’aula consigliare del municipio di Pest. La capitale magiara ha accolto gli ospiti del Comité International pour le Fair Play (CIFP) con un programma denso di momenti significativi. 

Mattinata dedicata a un convegno nell’auditorium dell’Università di Educazione Fisica promosso da European Fair Play Movement (EFPM) che ha voluto così celebrare i suoi 25 anni di vita. Fra gli interventi più significativi, quello di Zsigmond Nagy che ha illustrato le prospettive generate dalle relazioni fra Fair Play, Morale e Legislazione sportiva.

La cerimonia di consegna dei premi – vedi l’elenco completo riportato – ha avuto fra i protagonisti molti dei nomi segnalati dal Panathlon International in quanto membro del CIFP.

Fabio Caramel ha ritirato dalle mani del Presidente Jeno Kamuti il Trofeo Pierre de Coubertin per il Gesto La proposta era venuta dal Panathlon Club Venezia. 

David Smetanine, Trofeo alla Carriera, era assente perché impegnato in competizioni paralimpiche. Per lui ha ritirato il premio Marie Claire Nepi vice-presidente del Club di Grenoble che lo aveva segnalato. Il club francese ha visto riconosciuta anche la sua segnalazione per Geo Perli, a cui è andato il Diploma d’Onore per la Carriera nello spirito del fair-play.

Un Diploma d’Onore per la Carriera lo ha ricevuto anche Roberto Camelia, proposto dall’Area 9 – Sicilia, accompagnato da panathleti siciliani di Siracusa e Messina che gli hanno fatto gran festa.

Federico Bollati e Rodolfo Carrera, entrambi candidati dal Club di Pavia, hanno ricevuto il Diploma d’Onore per il Gesto dalle mani del vice-presidente CIFP Maurizio Monego.

Per la Promozione ha ricevuto un Diploma d’Onore il CEO della Lega di Pallavolo di serie A, Massimo Righi che era stato proposto dal Club Bononia.

La soddisfazione per il bottino del Panathlon si leggeva nell’azzurro degli occhi di Simona Callo, Segretario Generale del P.I. in rappresentanza del Presidente Pierre Zappelli. È stata una bella festa e la sfilata di tanti campioni che con i loro valori testimoniano l’umanità dello sport, ha gratificato i sentimenti che ogni buon sportivo coltiva.

    

   

 

 

 

 

 

Organisées par le Panathlon Wallonie-Bruxelles, les Journées du Fair-Play se déroulent du 7 au 16 septembre. Samedi dernier, plusieurs arbitres de sports différents étaient réunis devant Manneken Pis. Et le rugby était particulièrement bien représenté !

lire les nouvelles

El Panathlon Montevideo, fiel a su misión de contribuir a la defensa y difusión del juego limpio y los valores éticos y culturales del deporte, como herramientas de formación y mejora de las personas e instituciones deportivas, organiza anualmente una ceremonia de entrega de los Premios Fair Play.

Este año la Ceremonia se realizó en el icónico Museo del Fútbol, en Montevideo, haciendo coincidir la fecha con el Día Internacional del Panathlon, de maner de colaborar con su difusión

read more

 

 

 

Inaugurato a Latina il “Largo del Fair Play”

Iniziativa  promossa dal Panathlon di Latina per sottolineare l’importanza di sinergie per far emergere valori importanti da trasmettere alle giovani generazioni.

read more

Venerdì, 31 Maggio 2019 08:21

Montevideo - Premio Fair Play

Entrega Premio Fair Play Temporada 2018

12 junio 2019

Mercoledì, 15 Maggio 2019 09:14

Lima - Premio Fair play

Seleccionado de fútbol fue reconocido con Premio fair play

Reconocimiento se debe a gesto solidario con un atleta del plantel durante partido con dinamarca en el mundial rusia 2018 el premio anual lo entrega el Panathlon Club de Lima desde años atrás, pero a partir de ahora tiene a movistar como auspiciador oficial.

El premio reconoce a personas o entidades que demuestran una excelente conducta y actitud profesional.

En está oportunidad el premio lo recibieron los jugadores josé carvallo y aldo corzo en representación de sus compañeros que actúan en el extranjero.

video

     

 

 

 

 

Martedì, 07 Maggio 2019 11:48

I Premi Mondiali per il Fair Play 2018

Grandi riconoscimenti alle segnalazioni inviate dal Panathlon International al Comitato Internazionale Fair – Play

Una sfolgorante Budapest nel giorno della sua festa nazionale a ricordo di quel 15 marzo 1848, che segnò l’inizio dell’insurrezione che avrebbe portato al suo primo governo autonomo e alla prima Costituzione, ha accolto i componenti del Consiglio del Comité International pour le Fair Play, per la loro prima riunione del 2019. Fra le decisioni da prendere, l’assegnazione dei premi mondiali per il Fair Play. Le candidature sono giunte da 19 Paesi del mondo, di queste 12 erano proposte dal Panathlon International: Francia, Italia, Uruguay i Distretti rappresentati. Con soddisfazione si è registrata una buona qualità delle nominations in tutte quattro le categorie dei premi: Gesto, Carriera, Promozione e Premio Jacques Rogge per i giovani. Le istruttorie delle nominations prodotte dai due vice presidenti Nikolai Dolgopolov (RUS) e Maurizio Monego (I) si sono dimostrate come sempre utili a introdurre le discussioni. Le decisioni scaturite non sono state facili proprio per la validità delle candidature e la difficoltà di comparare sport e circostanze molto diversi tra loro.

 

Giovedì, 02 Maggio 2019 09:45

San Paolo - Troféu Fair Play

Convívio do mês de abril onde foi entregue o Troféu Fair Play para equipes do Red Bull e o Novorizontino como equipes mais disciplinada do Campeonato Paulista de Futebol Profissional da Divisão Principal - "Série A" e diploma para os técnicos Antônio Carlos Zago e Roberto Fonseca.

Houve também a apresentação do novo livro do panathleta Aristides Rocha Almeida e comemoração dos aniversariantes Célia Gennari, Urbano Martins e Walter Silva.

O presidente do Sindicato das equipes de Futebol Profissional, Mustafá Contursi, que foi presidente da Sociedade Esportiva Palmeiras falou sobre o Troféu oferecido pelo Panathlon em parceria com a Federação Paulista de Futebol.

Já o presidente do Panathlon, Paulo Almeida, agradeceu a presença de todos, principalmente do Sérgio Barbour, Ex conselheiro Internacional e Georgios Stylianos Hatzidakis past presidente do Panathlon Club São Paulo.

 

Cultura del Fair play dove sei? Rimpossessati di questo calcio. Panathlon Club Milano ne richiama i valori in vista della Settimana Europea dello Sport C'è qualcosa che va al di là dell'umana comprensione. Che sfugge alla logica empatica, che rifugge da gesti galanti. Galanteria e lealtà: davvero concetti anacronistici per questo mondo troppo social? Ai giovani d'oggi l'ardua sentenza. Panathlon indica loro la strada del fair play: che non è qualcosa di astratto, bensì cultura, informazione civica e formazione. E nel week end in cui il Santo padre, a margine di un incontro con i giovani studenti, ha lanciato l'ennesimo invito - “non siate schiavi del telefonino” - ecco giungere funesto il down (blocco) di whatsapp in qualità di castigo di Dio. Quanto c'è di vero nel velatamente castigato giudizio di Gattuso, meno santo ma egualmente padre spirituale di quelle due canaglie di Kessie e Bakayoko? “Questi ragazzi devono smanettare di meno sui Social”.

La faccenda è arcinota, finita in agenda della Procura federale del Coni (intanto multe per tutti). Acerbi – nel pre Milan-Lazio - ha opportunamente stuzzicato gli avversari sui Social stando alle regole, Kessie ha vinto la partita e ha recitato fair play nel successivo scambio delle maglie, Bakayoko è infine entrato in scena ridicolizzando (da spalla di Kessie) la casacca del laziale appena consegnata nelle mani rossonere. Una scena inedita, tra il grottesco e il patetico: paradossalmente antipatica, esageratamente di cattivo gusto. Del resto come l'altro lato della medaglia laziale: si racconta di una presunta offesa di un giocatore verso un dirigente disabile del Milan.

Da dove partire per cercare un senso a questo calcio? Può una “considerazione social” di un giocatore (nel caso Acerbi), scatenare una controffensiva pubblica che violenta il concetto di fair play, che sfugge alla logica empetica, che rifugge dalla lealtà sportiva. I due rossoneri, nella realizzazione di quel siparietto dal gusto un po' patetico, si immaginavano 'cool' (alla moda), due portavoce di una strampalata ironia che diverte solo per pochi istanti: anche al meno bigotto degli spettatori è apparsa quanto meno bizzarra quella celebrazione. È invece un'ironia che non piace, semplicemente perché definirla tale è un sarcasmo. È dunque opportuno sottolineare che i campioni sul campo rappresentano una fonte di riferimento per i giovani, da cui vengono ricambiati con un forte spirito di emulazione. Ecco perché simili, teatrali siparietti fanno storcere il naso e riflettere sull'attualità sportiva che, troppo spesso, calpesta il senso del fair play. In suo nome Panathlon Club Milano porterà avanti iniziative nella Settimana Europea dello Sport dentro le scuole: per i giovani, per le comunità più fragili, per un rinnovamento culturale. Poiché ciò che è accaduto nell'ultimo Milan-Lazio irride i valori genuini dello sport, fa a pugni con la lealtà sportiva. È sinteticamente un qualcosa che ritenerla ironia allontana questo contesto dall'umana comprensione.

Pagina 1 di 3

Panathlon International

Fondazione D.Chiesa