Mercoledì, 08 Luglio 2020 17:39

Biella - Panathlon Club Biella in lutto

 È scomparso all’età di 90 anni Mario Sogno, storico tesoriere e cassiere del cosiddetto senato sportivo biellese, fondatore insieme ad altri 56 personaggi illustri dello sport locale del sodalizio nel 1961.

Dipendente di Banca Sella, una grande passione per la lettura che gli derivava dalla sua viva curiosità per le cose, nel Panathlon era entrato per la sua attività di Giudice di gara dell’atletica e aveva ricevuto il testimone alla tesoreria del club dopo pochi anni dalla fondazione da Augusto Delleani, presidente dei cronometristi biellesi. Da quel cambio della guardia ha mantenuto queste cariche con precisione e puntualità impeccabile, fino allo scorso gennaio quando ha lasciato il posto a Gianni d’Adamo e a Sergio Masserano.

In questi decenni ha seguito infaticabile lo sviluppo di molti dei progetti che il club di servizio ha creato negli anni. Su tutti, è il primo firmatario del documento che fece nascere il Premio di Studio nel 2003 e che da allora con cadenza biennale raccoglie i lavori dedicati allo sport di studenti e scolari delle scuole della provincia.

Nel 2011 era stato insignito del «Domenico Chiesa award», massima onorificenza del Panathlon International. 

Mercoledì, 08 Luglio 2020 10:40

Lisbona - À conversa com..."

Il Panathlon Club Lisbona organizza giovedi 9 luglio alle ore 2 un incontro  (Instagram live) al quale prenderanno parte illustri personalità dello sport e che avrà quale ospite d'onore Pedro Dias, atleta olimpico di Judo, che ha partecipato alle Olimpiadi del 2008.

***

Panathlon Clube de Lisboa will start tomorrow with a new initiative. We will have weekly conversations with sports related personalities and starting tomorrow, we will have as guest Pedro Dias, which is a judo Olympic athlete, that participated on Olympics 2008.

 

 

Lunedì, 15 Giugno 2020 08:15

Napoli - Panathlon: Buon compleanno 

 

Bon anniversaire,Happy birthday,feliz cumpleanos 

Questo periodo pandemico ,di cui forse ci avviamo alla risoluzione,non ha consentito ai nostri Club di appartenenza festeggiare il “Panathlon Day” voluto dal Presidente Pierre Zappelli per onorare il “compleanno” della nostra Associazione.

Ho ritenuto che non potendo essere possibile parlare di programmi sviluppati ad hoc dai Club per il “birthday” ,può essere utile un “refreshing” sulle nostre origini anche per ricordare i “padri fondatori”.

La nostra storia di associazione prende inizio dall’idea di rotariani amanti dello sport attivo riunitisi a Venezia, che con atto costitutivo del 12 Giugno 1951,nella sede del Coni a S. Fantin della Veste n 2004 alle ore 21,30, fanno nascere il Club “Disnar Sport”.

Il comitato promotore era costituito da:Guido Brandolini D’Adda,Domenico Chiesa,Aristide Coin,Aldo Colussi,Antenore Marini,Costantino Masotta,Mario Viali.

Viali , il vero ideatore di questa sua visione di Club ispirato ideologicamente ai principi decoubertiani ed organizzato sul modello rotariano,finalizzato insomma a scopi sportivo-culturali,quella sera riesce a riunire 24 soci fondatori .

Il Professore Domenico Chiesa ,a quel tempo consigliere della Federazione Italiana Gioco Calcio e consigliere segretario del Rotary Club di Venezia,diventa stretto collaboratore e consigliori di Viali.

L’influenza del Rotary all’inizio fu grande ,infatti alla denominazione “Panathlon”coniata dal conte Lodovico Foscari,fu aggiunto il “Rotary degli Sportivi”.

Nel 1953 apertisi altri Club in Italia ,questa definizione, poteva creare una perdita di specificità e un anno dopo Chiesa fu promotore della eliminazione della parte “ impropria” .

La stessa per intuizione del Conte Foscari ,venne sostituita con “Ludis Iungit”

Ormai il nostro Movimento,stava prendendo consistenza e nel 1960 con l’apertura di Club all’estero divenne “Panathlon International”.

Molta strada si è percorsa con questa crescita costante e basata sui nostri principi nello Sport.

Sono convinto che a differenza di altri Club service, noi abbiamo molte più possibilità di crescita,ma non bisogna mai avere cali di tensione e si deve far in modo che la divulgazione della nostra Associazione sia sempre “iperattiva”

Oltre alla rivista istituzionale del Panathlon International,abbiamo la rivista online Panathlon Planet che possiamo definire un quotidiano, grazie all’impegno del direttore Massimo Rosa e nostro (giornalisti panathleti) ed ai continui stimoli del Presidente Internazionale Pierre Zappelli e del Presidente del Distretto Italia Giorgio Costa.

Il lockdown,non ha fermato ma solo trasformato l’attività dei Club Panathlon, che servendosi di piattaforme on line ha offerto a tutti la possibilità di partecipare a meeting con scambi di idee e di considerazioni sui temi affrontati.

Light up Panathlon

Francesco Schilliró 

 

Nel corso dell'edizione 2020 della staffetta 1000km di Fair Play (che si svolgerà dall'8 al 12 settembre 2020), il mondo dello sport renderà omaggio agli eroi della crisi sanitaria Covid-19 tessendo "una rete di valori" tra i luoghi rappresentativi dei settori che sono stati mobilitati durante la crisi all’interno della Federazione Wallonie-Bruxelles.

 

Mercoledì, 27 Maggio 2020 08:26

Sondrio - Videoconferenza sul tema "Senza giro"

Mercoledì 27 maggio alle ore 20.30 il Club Sondrio organizza una videoconferenza sul tema "Senza giro" 

Link, credenziali ed eventuali istruzioni per il collegamento

https://us02web.zoom.us/j/82849758560?pwd=RkNoWFhSbGxKVlU0VjFYalo1TVl4Zz09

 

Incontro tra il Club Fracta Major Atellano ed il Ministro dello Sport Vincenzo Spadafora

Poco prima dell’inizio della grave emergenza sanitaria che ha colpito il nostro Paese, il Club Fracta Major Atellano, Area 11, Distretto Italia, presieduto dall’Avv. Franco Capasso, nella sua costante opera di propagazione dei valori positivi dello Sport e del Fair Play soprattutto nelle Scuole e nelle zone “difficili” del territorio, è stato promotore di una storica iniziativa.

In data 6 dicembre 2019 ha organizzato, presso l’Istituto Comprensivo Europa Unita di Afragola, con la collaborazione della Dirigente scolastica Angela Sodano, un incontro con il Ministro dello Sport Vincenzo Spadafora. Era la prima volta dal suo insediamento che il Ministro incontrava un Club Panathlon.

Particolarmente importante la scelta dell’Istituto Europa Unita, sito nel rione Salicelle di Afragola, uno dei più poveri e degradati del territorio campano; scelta nata dall’esigenza di far conoscere al Ministro questa realtà, simbolo di tutti i quartieri “a rischio” della Campania, e di promuovere un incontro tra i giovani studenti e le Istituzioni ai massimi livelli, rappresentate non solo dal Ministro Spadafora, ma anche dai sindaci dei Comuni di Afragola, Frattamaggiore, Grumo Nevano, Crispano, Casoria, Cardito e Caivano e dal Vicepresidente del Consiglio Regionale Campano Tommaso Casillo, anch’essi presenti alla manifestazione.

Nel corso dell’incontro, rallegrato dalle esibizioni musicali degli allievi dell’Istituto Europa Unita, il presidente Capasso ha illustrato gli scopi del Panathlon International, e la “mission” del Club Fracta Major Atellano, rivolta alla più ampia diffusione possibile dello Sport nella società e tra i giovani, come antidoto alle deviazioni criminali, all’abbandono scolastico ed all’uso di droghe.

Ha poi evidenziato le gravi carenze di centri sportivi nel territorio, di cui andrebbe incoraggiata e sostenuta la diffusione. Si è soffermato sull’importanza di istituire contributi economici alle famiglie meno abbienti, affinchè possano avviare i propri figli alla pratica sportiva, e rendere così effettiva l’idea tanto cara al Ministro di uno Sport “di tutti” e “per tutti”.

Infine, ha evidenziato come in Campania, ed in tutto il Sud Italia, esistano pochissime piste ciclabili, con rilevanti rischi per coloro i quali, e non sono pochi, amano e praticano il ciclismo.

Il Ministro Spadafora ha espresso parole di grande apprezzamento per la manifestazione, e per l’attività del Club Panathlon Fracta Major Atellano, ed ha garantito il suo interessamento ed il suo operato affinchè anche e soprattutto nelle zone “ a rischio” del Sud Italia lo Sport possa essere motore propulsore di riscatto sociale e rinascita culturale.

 

Continuano i gesti di solidarietà da parte dei clubs dell'Area 4 Liguria.

Il Panathlon Club Genova Levante ha pensato di intervenire a favore dell'ISTITUTO PER ANZIANI PRIVI DI REDDITO (Piccole Sorelle dei Poveri di Genova - Via Corridoni), il quale versa in condizioni di estrema difficoltà in quanto la sua fonte di sostentamento è la questua che chiaramente nella situazione attuale le Suore non possono praticare; Donando: Mascherine chirurgiche, mascherine FPP2, guanti sanitari ed un'offerta in denaro di € 850,00.

Donne in bicicletta farà tappa al Liceo Manzoni

Lunedì 18 maggio 2020 alle ore 18:00, in modalità streaming sulla pagina Facebook Campus Manzoni, sarà presentato il libro Donne in bicicletta: una finestra sulla storia del ciclismo femminile in Italia di Antonella Stelitano, Edizioni Ediciclo. Un evento promosso dal dirigente scolastico professoressa Adele Vairo del Liceo Alessandro Manzoni di Caserta, in sinergia con il Dipartimento di Scienze Motorie e Sportive coordinato dai professori Luciano De Luca e Antimo Nero, con la collaborazione della Delegazione della Società Italiana di Storia dello Sport di Caserta. Evento patrocinato dalla Federazione Ciclistica Italiana, Comitato Nazionale Italiano Fair Play e Club Panathlon Fracta Major Atellano.

Si parlerà della storia del ciclismo femminile in Italia con l’intento di raccontare il rapporto tra donne e bicicletta nel nostro paese. Una storia di emancipazione letta attraverso le donne che inforcando una bicicletta hanno sfidato pregiudizi e luoghi comuni. Un volume impreziosito dalle testimonianze dirette di alcune campionesse cicliste e corredato da un apporto fotografico di grande valore che colma una parte della storiografia sportiva ciclistica, rendendo giustizia all’epopea del ciclismo femminile in Italia, da sempre trascurato dagli storici.

A introdurre i lavori con i saluti istituzionali sarà la preside Vairo, interverrà il professor Francesco Bonini rettore dell’Università Lumsa e presidente della Siss, l’avvocato Franco Capasso presidente del Club Panathlon Fracta Major Atellano. A presentare il testo saranno la vice presidente vicario della Federazione Ciclistica Italiana dottoressa Daniela Isetti e il direttore del Dipartimento dei beni culturali e sportivi della Siss professoressa Angela Teja, sarà presente l’autrice.

Sarà un evento che vede protagoniste le donne come eccellenza sportiva, un incontro che permetterà agli studenti “manzoniani” e a tutti quelli che saranno collegati di fare domande sul mondo del ciclismo in rosa, visto che è una specialità conosciuta e studiata prevalentemente al maschile.

Sabato, 16 Maggio 2020 09:43

Cuneo - Premio "Studio e Sport"

Quest’anno si è arrivati alla XXIVa edizione dell’iniziativa. Quanti anni passati…. quanti studenti arrivati a questo prestigioso traguardo…, e quanti di loro sono diventati grandi atleti e campioni che hanno dato lustro e prestigio al nostro territorio Cuneese.

La motivazione alla base della volontà di far nascere il Premio è stata a suo tempo la volontà di aiutare i giovani impegnati nello studio e nello sport, inteso quale momento fondamentale di formazione globale dell’individuo, con la finalità di evidenziare e sostenere “studenti-atleti” che avessero conseguito lusinghieri e notevoli risultati, sia nello studio sia nelle specifiche discipline sportive da loro praticate a livello federale e studentesco.

Grande perspicacia in questa iniziativa del Sodalizio sportivo cuneese, che oggi più che mai rimarca la giusta intuizione cercata con la collaborazione del C.O.N.I. e dell’Ufficio Scolastico Provinciale (già Provveditorato degli studi). Questi Enti hanno sempre dato il loro fattivo contributo, aiutandoci nell’assegnazione del prestigioso premio agli studenti delle Scuole secondarie di primo e di secondo grado. 

È doveroso, in questo difficile periodo che stiamo tutti attraversando, ricordare alcuni dei giovani vincitori del Premio Studio e Sport che sono diventati grandi sportivi: Elisa Balsamo, Carlotta Ripa, Marta Bassino, Nicolò Balsamo, Emanuele e Francesco Becchis, Martina Giordano e tanti altri talenti fino ai giorni nostri. 

I nostri Soci li ricordano con affetto, e gli rinnovano gli auguri che continui per loro un futuro di traguardi strepitosi, e che passato questo periodo buio li vedremo più che mai competitivi sui campi delle grandi prove. 

Il Panathlon Club di Cuneo continuerà con questa iniziativa che dovrà essere sempre all’altezza dei tempi, e sempre maggiormente partecipata. 

A presto cari ragazzi, speriamo di essere con voi anche quest’anno.

 

Lunedì, 18 Maggio 2020 09:50

Lisbona - PANDEMIC VS SPORT

Giovedì 21 maggio alle ore 15.00 (ora portoghese) si terrà la videconferenza organizzata dal Panathlon Club di Lisbona, dal titolo Pandemic vs Sport.- Panathlon Contribution to Sport Challenges and Recovery.

Relatori saranno, il Presidente del Club di Lisbona Mario Almeida, il Componente della Commissione Scientifico Culturale del PI, Antonio Bramante, il Segretario Generale del PI Simona Callo, il Segretario Generale dei PCU Gabriel Kothofa insieme a PCU Event coordinator,Nils Van de Velden.

La conferenza di articolerà in 4 punti,  

1) Current Situation, 

2) COVID-19 impact on current situation and also on the return of sports, 

3) the impact of this health crysis on the sports industry as well as the challenges of the return and finally 

4) to address topics that used to be in everyones agendas (e.g. racism in sports, match-fixing, etc.) and still are but haven't discussed due to the current situation. 

la conferenza potrà essere seguita in diretta al seguente link. 

The link for registration/event is the following

one: http://www.panathlonlisboa.pt/event/2527/ 

 

 

Pagina 1 di 29

Panathlon International

Fondazione D.Chiesa