Gli spazi lasciati dalla pandemia hanno permesso che anche l’edizione numero 7 del premio «Bravi a scuola e nello sport» fosse portata a conclusione e con successo. Un successo per numero di spedite dai Club dell’Area 3 Piemonte e Valle d’Aosta del Panathlon International e ricevute dalla giuria della borsa di studio presieduta da Riccarda Guidi Bravi, ben trentotto a dimostrazione di come nonostante tutto i giovani sportivi abbiamo potuto gareggiare nei momenti di tregua che il Covid-19 ha concesso.

Altissime le vette sportive toccate dei ragazzi piemontesi e valdostani ed elevate sono state le medie scolastiche portate ai giurati dai concorrenti. Dice Riccarda Guidi Bravi: «I risultati scolastici sono stati veramente eccellenti: ventinove studenti hanno valutazioni che oscillano tra l’8,08 e 8,92 e ben cinque hanno superato la media del 9: dal 9,09 fino al 9,75».

Il Premio nasce nel 2015 per la volontà della famiglia di Attilio Bravi di ricordare il Panathleta, lo Sportivo ma soprattutto il Docente che si è sempre impegnato affinché i giovani oltre allo sport seguissero con immutata passione anche lo studio. Attilio Bravi amava dire ai suoi studenti e ai giovani sportivi che incontrava sui campi di allenamento o di gara: «Il domani di Voi atleti è importante, non sottovalutatelo». Per questo il Panathlon ha deciso di dare impulso alla sua idea di futuro, promuovendola nelle scuole dell’Area 3 valorizzando quegli studenti dell’ultimo anno delle scuole superiori di II grado che durante il loro percorso scolastico abbiamo saputo conseguire prima di tutto significativi risultati scolastici, accompagnati e sostenuti da quelli ottenuti nella pratica di una disciplina sportiva. 

Per questa edizione, il Governatore Maurizio Nasi ha proposto di allargare la base dei premiati, portando da quattro a dieci i riconoscimenti finali. Per sei di questi ragazzi, Irene Aschieris, Francesco Bisotto, Federico Lorenzo Bruno, Federica Parigi, Arianna Reniero e Pietro Santini, si è deciso di assegnare ex-aequo il premio deciso con l’allargamento delle quote.

Quarto classificato è arrivato l’ottocentista Umberto Brero, dell’Iis «G. Vallauri» di Fossano, mentre terza è arrivata Gaia Tormena (xce mountain bike) che ha frequentato il Liceo linguistico «E. Bérard» di Aosta. Lo Stesso istituto ma di Liceo Scientifico ha offerto la seconda piazza del concorso, piazza d’onore ottenuta da Axelle Vicari, specialità corsa in montagna. Al primo posto Eleonora Vidano dell’Iis «Piero Martinetti» di Caluso presentata dal Panathlon Ivrea Canavese, una calciatrice ormai impegnata ai massimi livelli di questa disciplina. 

 

Mercoledì, 10 Novembre 2021 13:39

Genova - Al Little Club la Patente Etica

Prestigioso riconoscimento per il Little Club James, società che svolge attività a livello di Federazione dal 1965. Su proposta del Vice Presidente Rino Zappalà, il Consiglio Direttivo del Panathlon Club Genova 1952, per la meritevole e qualificata attività nell'ambito sociale oltre che sportivo, ha infatti conferito la Patente Etica al sodalizio rossoblù, che ha sede proprio nella Gradinata Nord. La cerimonia di premiazione si è svolta nella prestigiosa cornice dello Yatch Club, il Little era rappresentato dal presidente Sergio Morelli.

Nei giorni scorsi il Little, a conferma di quanto sia forte il suo impegno nel sociale, ha firmato un contratto di collaborazione con la sezione provinciale di Genova dell'Associazione Italiana Sclerosi Multipla. L'accordo è stato raggiunto dal presidente Morelli e dal presidente provinciale dell'AISM, Vincenza Silvana Costa.

 

Panathlon International launched a European week of sports with the slogan «healthy lifestyle for everybody». 

The Panathlon Club Solothurn followed this request and organized an event in its home region, next to the Burgäschi Lake, where every member could move adapted to his individual level of health and condition. 

Two Panathletes passed a  cycling tour of around 50 kilometres (one by bicycle, the other by wheelchair). The nine hiking members walked around the Lake Burgäschi. On several stops they received a lot of fascinating information about the geographical history of the place, under the title of the theme «on the traces of the glaciers». The facts were presented in a vivid manner by the specialist Geri Kaufmann, forest engineer ETH/SIA. 

Celebrating the most comfortable discipline «Jassen» five Panathletes competed for every single point. The only jogging athlete renounced his running course and joined the Jass community. 

After these events we met for a tasty dinner. Indeed, time passed quickly by talking about the various experiences we had during the past two hours. 

 

***

Panathlon International ha lanciato una settimana europea dello sport con lo slogan "stile di vita sano per tutti".

Il Panathlon Club Soletta ha seguito questa richiesta e ha organizzato un evento nella sua regione natale, accanto al lago Burgäschi, dove ogni membro poteva muoversi adeguatamente al suo livello individuale di salute e condizioni.

Due panathleti hanno superato un giro ciclistico di circa 50 chilometri (uno in bicicletta, l'altro in sedia a rotelle). I nove membri dell'escursionismo hanno passeggiato intorno al lago Burgäschi. Su diverse fermate hanno ricevuto molte affascinanti informazioni sulla storia geografica del luogo, sotto il titolo del tema «sulle tracce dei ghiacciai». I fatti sono stati presentati in maniera vivida dallo specialista Geri Kaufmann, ingegnere forestale ETH/SIA.

Celebrando la disciplina più confortevole "Jassen" cinque Panathleti hanno gareggiato per ogni singolo punto. L'unico atleta che fa jogging ha rinunciato al suo corso di corsa e si è unito alla comunità di Jass.

Dopo questi eventi ci siamo incontrati per una gustosa cena. Infatti, il tempo è passato velocemente parlando delle varie esperienze fatte in queste due ore.

 

 

Mercoledì, 03 Novembre 2021 11:27

Delicias - Develación de placa ética

Develación de placa ética

Sabado 30 de Octubre de 2021 se realizó la Ceremonia de Develación de la Primera Placa Ética en el estado de Chihuahua de Panathlon Internacional que contiene la "Carta de los Deberes de los Padres en el Deporte" y "La Carta de los Derechos del niño en el Deporte".

Panathlon Club Delicias agradece la presencia de las autoridades: Diputada Local Diana Pereda , Diputado Local Roberto Carreón, Lic. Esteban Trevizo Director del INMUDEJ interesados en los proyectos de Panathlon Club Delicias a beneficio de la sociedad de nuestro Estado.

La develación de esta primer Placa Ética se realizó en el gimnasio del Master Arturo Brito en reconocimiento a su trayectoria en favor de los valores éticos en la niñez.

 

Il Panathlon festeggia i suoi 60 anni di vita. Domani (sabato) al Teatro Sociale l’incontro fra i soci di tutto il Piemonte pronti ad assistere all’intervento di Giacomo Sintini, pallavolista dal curriculum ricco di coppe, scudetti e titoli di Mvp nelle più grandi manifestazioni internazionali nei primi quindici anni del nuovo millennio. 

news

 

Sono passati trent’anni dalla fondazione. E’ un traguardo importante e insieme una ricorrenza che merita di essere ricordata per il Panathlon Club Faenza, che, in questi tre decenni, come club di servizio, si è posto l’obiettivo di affermare l’ideale sportivo.

L’anniversario è stato il 19 febbraio scorso, ma non fu possibile celebrare il trentennale per le restrizioni anti Covid. Ora è giunto il momento. 

Venerdì 29 ottobre (dalle ore 20) al ristorante Casa Spadoni (via Granarolo 99) il Panathlon Club Faenza presieduto da Claudio Sintoni lo farà in un evento a cui sono state invitate tutte le autorità panathletiche e civili e i soci fondatori. 

Nell’occasione sarà presentato un volume commemorativo “30 anni di Panathlon Club Faenza 1991-2021” che sarà consegnato gli intervenuti.

Sinteticamente nell’espressione “Panathlon ludis iungit”, il Panathlon unisce attraverso lo sport, sta il significato e lo scopo del club e si esprime anche il contenuto etico, morale e culturale. 

Il Panathlon Club Faenza ha cercato di approfondire, divulgare, trasmettere i valori dello sport.

Lo ha fatto, con il contributo di soci, sostenitori e istituzioni, coinvolgendo, attraverso la loro testimonianza, personalità di altissimo livello, tanti campioni di diverse discipline sportive, ma anche altrettanti atleti e personaggi del territorio, tutti con tratto comune: la passione per lo sport e la capacità di saper infondere e trasmettere entusiasmo.

Così la pubblicazione dei 30 anni non vuole solo essere il racconto di una storia per immagini, ma ha la piccola ambizione di riuscire a trasferire un insieme di sentimenti, azioni, segni che hanno costruito una presenza sul territorio. 

Il Panathlon Club Faenza, consapevole del proprio ruolo di attore positivo nel mondo dello sport e dei valori positivi che riesce a proporre, guarda con fiducia al futuro 

 

Il Panathlon Club Lisbona organizza giovedì 21 ottobre organizza un incontro discutere il programma strategico portoghese dello sport scolastico 2021-2025 e quali cambiamenti possiamo aspettarci.

Relatore la professoressa Diana Aguiar Santos, un membro del gabinetto della Segreteria della Gioventù e dello Sport ed è anche la coordinatrice del gruppo di monitoraggio del programma sportivo scolastico del Consiglio Nazionale dello Sport.

La sessione sarà in streaming online ma avrà anche una presenza limitata in loco.

In occasione della Settimana Europea dello Sport, il Panathlon Club Modena è stato protagonista di due iniziative di sport giovanile e inclusivo, in linea con i progetti di solidarietà sostenuti dal club modenese.

Sui campi della Polisportiva Saliceta San Giuliano, impianto ufficiale del Modena Football Club, è andato in scena il “Torneo Fair Play Panathlon”, organizzato da Accademia Modena 1912, con la partecipazione di tredici squadre delle annate 2013, 2014 e 2015.

Una giornata di festa, nel pieno rispetto delle norme anti Covid19 attualmente in vigore, per i giovani atleti e le loro famiglie, e che ha coinvolto, oltre alle formazioni gialloblu, anche i pari età di US Monari, Villa d’Oro, Junior Finale, Nonantola e Fiorano. Alla palestra Equilibra di Modena si è invece svolta una lezione introduttiva al parkour per i bambini e ragazzi di Ness1 Escluso, il progetto che permette di praticare attività sportiva a persone con disabilità cognitive o disturbi dello sviluppo. Sotto la guida di insegnanti qualificati, i partecipanti al progetto hanno imparato le prime nozioni di uno sport nel quale si cerca di adattare il proprio corpo all’ambiente circostante attraverso corsa, salti e movimenti, sviluppando velocità, equilibrio e coordinazione.

Maria Carafoli, presidente del Panathlon Club Modena, ha poi partecipato a un dibattito dedicato a sport e solidarietà al Festival dello Sviluppo Sostenibile, accanto ad Andrea Fabris, direttore organizzativo del Sassuolo Calcio e Lorenzo Vandelli, socio Panathlon e fondatore del gruppo Sportivo Sen Martin, prima squadra modenese di wheelchair hockey, realtà sportiva cui il Panathlon Club Modena è da tempo vicina con progetti dedicati. A queste iniziative si è aggiunto infine il Campionato Italiano di Golf Soci Panathlon, confermato anche quest’anno sui meravigliosi campi del Modena Golf & Country Club.

“Con queste iniziative – ha commentato Maria Carafoli, presidente del Panathlon Club Modena – vogliamo ribadire con forza l’importanza fondamentale dello sport come strumento educativo e sociale. Con le chiusure dovute alla pandemia, a pagare un prezzo altissimo sono stati in particolare i più piccoli e tutte le persone con fragilità di vario tipo. Il ritorno alla normalità deve necessariamente passare dal sostegno a tutte le realtà del nostro territorio che operano quotidianamente e con serietà in questi ambiti”.

www.panathlon.modena.it

Il Panathlon Club Lecce conferirà il Premio 'Fair Play 2021' alla carriera al prof. Ferdinando De Giorgi,  Commissario Tecnico della Nazionale Italiana di Pallavolo Campione d'Europa. 

 La cerimonia di consegna dell'importante riconoscimento si terrà Martedì 26 ottobre 2021, alle ore 10,30, nell'auditorium dell'Istituto Tecnico Statale 'Grazia Deledda' di Lecce, piazza Palio,1.  

Presiederà la manifestazione il Governatore dell'Area 8 del Distretto Italia del Panathlon International avv. Mario Coluzzi. Parteciperanno  il vice presidente della Provincia di Lecce Massimiliano Romano, l'Assessore allo sport al Comune di Lecce Paolo Foresio,  il presidente provinciale del Coni  Gigi Renis, rappresentanti istituzionali, presidenti di  Federazioni e alcune scolaresche. 

Con questa iniziativa  il Club di Lecce intende richiamare l'importanza dell'ideale sportivo ed il fair play nel confronto agonistico. Il messaggio, rivolto soprattutto  ai giovani, é affidato ogni anno a sportivi salentini, che nella loro lunga e prestigiosa carriera hanno veicolato i  valori dello sport con risultati  di eccellenza in Italia e all'estero.

Ferdinando De Giorgi, 60 anni, di Squinzano in provincia di Lecce, ha aggiunto la vittoria del titolo continentale di pallavolo al suo straordinario 'palmares' che comprende tre Campionati del mondo,  numerosi scudetti, Coppe e Supercoppe conquistati prima da giocatore, poi da tecnico di società e della Nazionale Italiana.

 

 

Pagina 1 di 38

Panathlon International

Fondazione D.Chiesa